Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

30 gennaio 2014

E-Discussione: Manuale per la realizzazione dei diritti all'acqua e ai servizi igienico-sanitari


29 Gennaio - 10 Marzo 2014
Cari di  World We Want 2015 -  interessati a  Consultazione Acqua

Siete invitati a partecipare a un E-Discussione sul Manuale per la realizzazione dei diritti all'acqua e ai servizi igienico-sanitari

 L'e-discussione si svolgerà dal 29 gennaio-10 marzo 2014, organizzata dalla rete politica dei diritti umani delle Nazioni Unite -. HuriTALK ospitata dal Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite  (UNDP).

Dal 2010, quando l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha riconosciuto il diritto umano all'acqua potabile sicura e ai servizi igienici e al Consiglio dei Diritti Umani ha riaffermato questo riconoscimento, il Relatore speciale delle Nazioni Unite sul diritto umano all'acqua potabile sicura e ai servizi igienici ha ricevuto ripetute richieste pervenute da parte delle autorità statali (nazionali e locale), dai fornitori di servizi, piani regolatori e altri, per fornire indicazioni su ciò che la realizzazione di questo diritto implica per il loro lavoro e le attività correlate.
 Questo manuale per l'attuazione dei diritti umani all'acqua e ai servizi igienico-sanitari è una risposta alle loro  richieste e a quelle di un possibile futuro -.
Il Relatore Speciale sta perseguendo un approccio collaborativo allo sviluppo di questo manuale, in primo luogo nella individuazione delle barriere principali, le sfide e le opportunità che le parti interessate incontrano nel realizzare i diritti all'acqua e ai servizi igienici, e poi ulteriormente nella sperimentazione e verifica delle liste di controllo e le raccomandazioni che devono essere presenti nel manuale. Questo approccio collaborativo farà sì che il Manuale sia pertinente e utile per i professionisti che lavorano nel campo e al di là del mandato dell'attuale Relatore speciale.

L'E-discussione è un'occasione importante per condividere esperienze, buone pratiche e lezioni apprese per garantire la non discriminazione e la parità garantita nell'accesso ai servizi idrici e igienico-sanitari in particolare per quei gruppi che ne sono esclusi per una serie di motivi.  Controllare la non discriminazione e l'eliminazione delle ineguaglianze è  fondamentale in ciascuna delle cinque aree di attuazione di cui sopra (cioè gli ambiti  legali, politici e normativi, dei finanziamenti, della fornitura di servizi, di sensibilizzazione, responsabilità e controllo) l'abbiamo definito come la parte più importante delle azioni significative per realizzare i diritti all'acqua e ai servizi igienico-sanitari.

Attraverso questa E-discussione e l'interazione con gli operatori delle Nazioni Unite da parte di diverse agenzie e gruppi nazionali, studiosi, rappresentanti di governi, istituzioni nazionali per i diritti umani e organizzazioni della società civile, professionisti del settore WASH, nonché esperti indipendenti, i partecipanti possono garantire che una vasta diversità di contesti, esperienze e prospettive supportano le sezioni del manuale che si concentrano sulla garanzia di non discriminazione e sulla parità di accesso ai servizi idrici e igienico-sanitari.
Settimane 1 e 2 (29 Gennaio - 10 Febbraio 2014)
Si rifletterà sulle esperienze generali nel sostenere l'accesso all'acqua e ai servizi igienici tra cui alcune delle principali sfide di discriminazione nella prestazione di servizi nella realizzazione dei diritti all'acqua e ai servizi igienico-sanitari. Si rifletterà anche sulle lezioni apprese e le buone pratiche per affrontare la discriminazione, le disuguaglianze e l'esclusione nell'accesso ai servizi idrici e igienico-sanitari nei programmi di sviluppo, in particolare per gli individui e i gruppi emarginati.
Settimane 3 e 4 (10-24 Febbraio 2014)
Ci si concentrerà su come i principi di non discriminazione e di parità possono essere incorporati  nella pratica legislativa, nelle politiche e nei quadri normativi e di finanziamento per l'acqua e servizi igienico-sanitari. Ci sarà anche un focus sulle principali sfide per includere con successo la non discriminazione in modo efficace, nonché al fine di garantire una sostanziale parità.
Settimane 5 e 6 (24 febbraio-10 marzo 2014) 
Ci si concentrerà sulla responsabilità e il monitoraggio e sul discutere se i diritti all'acqua e ai servizi igienico-sanitari possono aumentare la responsabilità degli Stati nei confronti di individui e gruppi che vengono discriminati e se i sistemi di monitoraggio delle responsabilità hanno migliorato l'accesso ai servizi per gruppi emarginati o individui. Saranno discussi la sensibilizzazione e le strategie di protezione legale che promuovano pratiche non discriminatorie efficaci nel garantire che gli individui e i gruppi emarginati e / o vulnerabili possano ricevere messaggi e informazioni rilevanti.

Speriamo che vi unirete a noi in questa e-discussione e vi preghiamo di inoltrare questo invito ai colleghi che potrebbero essere interessati a partecipare.

I contributi all'e-discussione saranno diffusi sulla rete politica dei diritti umani delle Nazioni Unite - HuriTALK e altre reti di conoscenza partecipative.

Se si desidera iscriversi per partecipare alla discussione gentilmente di inviare una mail a: 

Sarà inoltre possibile contribuire alla discussione sulla linea delle Nazioni Unite piattaforma 'Teamworks' dove si possono postare commenti e accedere alle risorse rilevanti collegati alla e-discussione. 
Si prega di andare a http://www.unteamworks.org/HandbookWatSan per partecipare alla discussione online.

Cordiali saluti,
Catarina de Albuquerque
Relatore Speciale delle Nazioni Unite sul diritto umano all'acqua potabile sicura e ai servizi igienici
e
Patrick Keuleers
Direttore ai
Democratic Governance di Gruppo
Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP)

Nessun commento: