Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

31 gennaio 2009

LA GENTE VICINA, IL POTERE LONTANO- comunicato di Circolo M.Mieli

Sei italiani su dieci sono favorevoli ad una forma di riconoscimento giuridico delle unioni omosessuali, sebbene ancora un italiano su dieci ritenga l’omosessualità immorale. Di contro più di cinque italiani su dieci equiparano l’amore omosessuale a quello eterosessuale e quattro su dieci ritengono che le coppie omosessuali abbiano diritto a sposarsi con il rito civile. Oltre cinque italiani su dieci accetterebbero con sorpresa ma senza problemi un figlio o una figlia omosessuale mentre solo due sparuti italiani su cento ricorrerebbero ad un medico per curarli.

Questi i dati più salienti del Rapporto Italia 2009 dell’Eurispes. Comunque li si voglia leggere, i dati dipingono un’ Italia, quella delle gente comune, che è molto più vicina a gay, lesbiche e transessuali di quanto non lo siano la politica ed il governo di questo Paese, e nonostante le continue prese di posizione omofobe delle gerarchie vaticane oltretevere.

Il Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli registra con soddisfazione i dati emersi dal Rapporto e ravvisa, nelle variazioni percentuali rispetto al precedente rapporto, il meritevole lavoro delle associazioni glbt che operano sul territorio e che, a volte con notevole sforzo organizzativo, continuano nel loro lavoro di richieste di pari diritti per tutti/e.

Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli
Segreteria Politica – Andrea Berardicurti
06/5413985 – 348/7708437
info@mariomieli.org

Nessun commento: