Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

11 novembre 2008

Calendario laico di M.P. del 10 novembre

10 Novembre 1483 nasce ad Eisleben, Germania Martin Lutero iniziatore dello scisma Protestante. Monaco agostiniano dal 1506, studiò teologia. Dal 1517 iniziò la rottura col cattolicesimo (95 tesi di Wittemberg). Motivo psicologico: ossessionato dalla paura dell'inferno non credeva alle facili soluzioni proposte dalla chiesa cattolica: la vendita delle indulgenze, pellegrinaggi, azioni "meritorie" ecc. La salvezza per lui veniva per sola fede e solo per grazia di Dio (predestinazione) . Unificò il tedesco letterario traducendo la Bibbia. Combatté il millenarismo politico della rivolta dei contadini guidata da Th. Muntzer (1525). Nello stesso anno scrisse "De servo arbitrio" in polemica con Erasmo da Rotterdam e in rottura con lo spirito dell'umanesimo. Fu deciso antisemita. (m. 1546)

10 Novembre 1751 nasce a Berlino Julien Offroy de La Mettrie. Edonista fu uno dei precursori del moderno ateismo. Fu medico del reggimento delle guardie reali francesi. Scrisse "Storia naturale dell'anima"nel 1745, nel 1747 "L'Uomo Macchina". (la fine dell'uomo macchina è il nulla), nel 1748 "L'uomo pianta" e "L'antiseneca" e nel 1750 "Gli animali più che macchine" ed "Il Sistema di Epicuro", e infine nel 1751 "L'arte di gioire" ove propone di amare la vita e di gioirne. La Mettrie dava poca importanza alle speculazioni su problemi che non sono alla portata dell'uomo: "Ci è assolutamente impossibile risalire all'origine delle cose. D'altronde per la nostra tranquillità è la stessa cosa che la materia sia eterna o che sia stata creata, che ci sia un Dio o che non ci sia. Che pazzia volersi tanto tormentare per ciò che non è possibile conoscere, e ciò che non ci renderebbe più felici, anche quando ne venissimo a capo!" Morì a Saint-Malo il 25/12/1709, (i cattolici sostengono che abbia preso i sacramenti in punto di morte).

10 Novembre Roma antica: Dies quartus ante Idus Novembres
= Ante diem quartum Idus Novembres = a.d.IV Idus Nov =
Quarto giorno prima delle Idi di Novembre (inclusi nel conto sia il giorno d'oggi, sia il giorno delle Idi).
Dies Comitialis (C), dies mercatorius [B]

10 Novembre 1493 nasce Filippo Paracelso (Theofrastus Bombastus Von Hohenheim) medico naturalista filosofo ed alchimista svizzero precursore della chimica farmaceutica di sintesi. Impersonò la figura del medico perfetto iniziato ai segreti dell'uomo visti come segreti cosmici e fautore dell'uomo integrale latente in ogni persona. Scrisse "Undici trattati sull'origine, le cause i segreti e la cura delle singole malattie (1520); La grande chirurgia (1536); Paramirum (1562-75). (M. 24/9/1541 48enne).

10 Novembre 1508 Per iniziativa del principe di Valacchia Radu il grande appare il primo volume a stampa della Valacchia (o Paese Romeno, attuale Romania meridionale) ( è launa lLiturgia slavona del monaco Macarie).

10 Novembre 1688 è completata la stampa della prima Bibbia in lingua romena.

10 Novembre 1759 Nasce Fridrich von Schiller, poeta, drammaturgo critico e storico tedesco, della corrente preromantica dello Sturm und Drang. Fra le sue opere: "Ode alla gioia"; "L'anello di Policrate"; la ballata "Il canto della campana", i drammi "I Ladri" e "Guglielmo Tell". (M. 9/5/1805)

10 Novembre 1859 II guerra di Indipendenza Italiana: Pace di Zurigo. Clausola della restaurazione dei legittimi sovrani nell'Italia Centrale (ma senza intervento armato). Le decisioni relative alla situazione italiana sono demandate a un congresso delle grandi potenze.

10 Novembre 1871 dopo 7 mesi di ricerche L'esploratore Stanley corrispondente del "New York Herald" riesce a trovare il dr. Livingston missionario ed esploratore ad Ujiji, in Africa Centro Orientale. Lo saluta con le famose parole: "Dr. Livingston, I presume".

10 Novembre 1916 nasce a Roma il compositore Guido Turchi autore de "l'Invettiva" .

10 Novembre 1919 Nasce l'inventore russo M.T. Kalashnikov costruttore del celebre e diffusissimo mitra AK 47, il più venduto al mondo. Se quest'arma potesse essere considerata un bene di consumo, allora sarebbe l'unico prodotto di successo internazionale di 70 anni di comunismo sovietico.
(Per i paesi satelliti, figura poi il solo cubo di Rubik, un giocattolo frutto di genio individuale) .

10 Novembre 1938 muore Kemal Mustafà Ataturk primo presidente della Turchia, primo ed unico capo di stato a riuscire a laicizzare un paese islamico. Lo Shà Rheza Palevi che tenterà di imitarlo in Iran purtroppo non avrà lo stesso successo a causa della reazione del clero sciita espropriato del latifondo per la riforma agraria..

10 Novembre 1951 Nasce la teleselezione in automatico: in USA è effettuata la prima telefonata interurbana senza l'assistenza di un operatore. è nata la teleselezione in automatico.

10 Novembre 1960 Il Senato Usa passa l'epocale legge sui diritti civili.

10 Novembre 1971 Diplomazia del ping pong La squadra di tennis da tavolo Usa arriva in Cina: è il primo segno del disgelo fra le due potenze.

10 Novembre 1986 Il fiume Reno in Germania subisce un gravissimo inquinamento a causa della rottura di alcuni serbatoi di prodotti chimici.

10 Novembre 1989 Viene diffuso il programma di trattamento testi Word Perfect.

10 Novembre giornata internaz. della Scienza per la pace e lo sviluppo (sotto l'egida Unesco).

Secondo Mercoledì di Novembre. Solennità a data mobile: La Germania celebra il giorno del pentimento per le aggressioni esterne e le persecuzioni interne perpetrate dal regime nazionalsocialista (1933-1945).

[integrazione] Calendario laico di M.P. del 10 novembre

10 NOVEMBRE-2 DICEMBRE 1915: quarta battaglia dell'Isonzo

10 novembre 1922 Primi atti del governo fascista, tutti a favore dei grandi industriali: abolizione della nominatività dei titoli azionari, revisione dei contratti per le forniture di guerra, riduzione delle imposte di successione (ndr. Governo Berlusconi, Ottobre 2001: abolizione della tassa di successione) , cessione dell'esercizio dei telefoni a società private. Ritiro del progetto di legge per la riforma agraria presentato alla Camera dal governo precedente.

10 novembre 1926 Vengono occupate dalla polizia e chiuse tutte le sedi dei partiti e dei sodalizi antifascisti.

10 novembre 1938 (era un giovedì) Il Consiglio dei ministri approva la legge razziale contro gli ebrei. (ndr. il giorno dopo il "Corriere della Sera" pubblicò in prima pagina un lungo articolo che spiegava come "Le Leggi per la difesa della razza" fossero state approvate dal Consiglio dei Ministri. È l'atto formalmente conclusivo della politica razzista del fascismo cominciata con l'entrata in vigore, nel 1937, del Regio Decreto Legge n. 880, che vietava il madamismo (l'acquisto di una concubina) e il matrimonio degli italiani coi «sudditi delle colonie africane», proseguita con un documento fondamentale: il "Manifesto della Razza" o più esattamente il "Manifesto degli scienziati razzisti", pubblicato una prima volta in forma anonima sul Giornale d'Italia il 15 luglio 1938 con il titolo Il Fascismo e i problemi della razza, e poi ripubblicato sul numero uno della rivista "La difesa della razza" il 5 agosto 1938. Non mi pare superfluo ricordare i firmatari del manifesto e le personalità che diedero la loro adesione: (wikipedia). .... Elenco dei 10 scienziati italiani firmatari del manifesto della razza :

Lino Businco, Assistente alla cattedra di Patologia Generale all'Università di Roma

Lidio Cipriani, Professore incaricato di Antropologia all'Università di Firenze

Arturo Donaggio, Direttore della Clinica Neuropsichiatrica dell'Università di Bologna, Presidente della Società Italiana di Psichiatria

Leone Franzi, Assistente nella Clinica Pediatrica dell'Università di Milano

Guido Landra, Assistente alla cattedra di Antropologia all'Università di Roma

Nicola Pende, Direttore dell'Istituto di Patologia Speciale Medica dell'Università di Roma

Marcello Ricci, Assistente alla cattedra di Zoologia all'Università di Roma

Franco Savorgnan, Professore Ordinario di Demografia all'Università di Roma, Presidente dell'Istituto Centrale di Statistica

Sabato Visco, Direttore dell'Istituto di Fisiologia Generale dell'Università di Roma, Direttore dell'Istituto Nazionale di Biologia presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche

Edoardo Zavattari, Direttore dell'Istituto di Zoologia dell'Università di Roma.

(sempre Wikipedia) Personaggi che diedero la loro adesione:

Giorgio Almirante, Piero Bargellini, Giorgio Bocca, Galeazzo Ciano, Amintore Fanfani, Agostino Gemelli

(si,proprio quello), Giovanni Gentile, Luigi Gedda, Giovanni Guareschi, Mario Missiroli, Romolo Murri, Giovanni Papini, Ardengo Soffici, Giuseppe Tucci.)

10 novembre 1942 - La Wehrmacht invade la Francia di Vichy dopo la firma dell'armistizio da parte dell'Ammiraglio François Darlan con gli Alleati nel Nord Africa. Per lo stesso motivo(ma anche per evitare che l'ingombrante alleato germanico si schieri al confine occidentale) un distaccamento del "Nizza Cavalleria" occupa Nizza e la città entra,per la prima ed ultima volta,a far parte del Regno d'Italia.

10 novembre 1943 A Reggio Calabria, i vescovi riuniti decidono di compiere i passi necessari per la formazione di un movimento politico cattolico.

10 novembre 1966 A Caltagirone, l'arresto del parroco Giuseppe Arenzullo aggrava lo scandalo della 'Casa delle fanciulle', a gestione religiosa, la cui direttrice è stata incarcerata per maltrattamenti aggravati e truffa.

10 novembre 1975 Italia e Jugoslavia firmano il Trattato di Osimo (Ancona). esso sancisce la cessione della Zona B dell'ex Territorio libero di Trieste, ovvero dell'Istria nord-occidentale alla Jugoslavia, riconoscendo lo stato di fatto venutosi a realizzare dopo la fine della seconda guerra mondiale. Fu il primo trattato internazionale i cui negoziati per l'Italia non vennero curati dal MAE. L'incarico venne affidato dal Governo ad un dirigente del Ministero dell'Industria, tale Eugenio Carbone, anche firmatario per l'Italia su delega di Moro e Rumor, il cui nome verrà in seguito trovato nella lista degli iscritti alla Loggia P2, e che resterà successivamente coinvolto in indagini giudiziarie.

10 novembre 1976 A Milano, Silvio Berlusconi costituisce lo 'Istituto italiano di finanziamento e investimento spa' (Istifi).

10 novembre 1986 Sul "Corriere della sera", a conclusione di un'inchiesta sulla Rai, il giornalista Antonio Padellaro, riferendosi alla nomina di Enrico Manca a presidente dell'ente radiotelevisivo di Stato e alla guerra in corso con le emittenti private che fanno capo a Silvio Berlusconi, scrive: "Anche se il nuovo e socialista presidente della Rai si è presentato come strenuo difensore del servizio pubblico (ci mancherebbe altro!), è chiaro che il suo partito lo ha mandato a viale Mazzini per impedire la sconfitta del polo privato

Nessun commento: