Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

11 febbraio 2008

Calendario laico di M.P. del 10 Febbraio

10 Febbraio Roma antica: Dies quartus ante Idus Februarias
= Ante diem quartum Idus Februarias = a.d.IV Id. Feb.
= Quarto giorno prima delle Idi di Febbraio
(inclusi nel conto sia il giorno d'oggi, sia il giorno delle Idi).
{ dies Nefas [H] }

10 Febbraio 1934 Stalin conclude il 17simo congresso del PCUS dicendo "La
vita diventa più allegra". (Nel 1934 la popolazione dei Gulag aumentò di
753.000 nuovi detenuti - da capitolo XI del Libro nero del comunismo)

10 Febbraio -1468 ante era volgare Dopo aver preso il potere dalla
faraonessa Hatsheput il bellicoso FaraoneTuthmosi III della 18esima dinastia
riunì il suo esercito per distruggere l'alleanza di ribelli e nemici esterni
e partì per Armageddon (Monte di Megiddo, Palestina centro settentrionale)
per combattere contro una alleanza di oltre 300 principi che avrebbero avuto
forse 30.000 soldati, costituendo l'esercito più numeroso mai sceso in
campo. Gli Egizi avevano probabilmente la metà di quel numero di militari ma
vinsero. Fu comunque la battaglia più grande che fosse mai stata vista e gli
ebrei furono tanto impressionati che quello scontro divenne la metafora
della battaglia finale tra le forze del bene e quelle del male nel libro
delle Rivelazioni o Apocalisse di S. Giovanni 16,16 (ma Armageddon è
ricordata anche in Giudici 5,19 ed in Re 23,29). Tuthmosi III trasformò l'Egitto
da regno nazionale in impero.

10 Febbraio Roma antica: continuava la Festa della Concordia (5 -17
Febbraio)
continuavano (19/1-17/2) i Fornacalia festa in onore di Fornax dea dei
forni.

10 Febbraio 60 era volgare San Paolo il fondatore della religione cristiana,
naufraga sulle coste di Malta e si salva. (Quando si dice le disgrazie!
Colpiscono proprio alla cieca).

10 Febbraio 1098 ad Antiochia i crociati distruggono l'esercito del Principe
Redwan di Aleppo. E' la prima crociata, e la conquista di Antiochia prelude
a quella di Gerusalemme dell'anno successivo.
Se è giusto che l'Europa si dispiaccia per i molti criminali stermini
compiuti per ideologia e pura ferocia durante le crociate (sia quelle contro
pagani ed eretici d' Europa -spesso pacifici ed indifesi- sia contro
mussulmani altrettanto brutali che i crociati), non è comprensibile invece
che ci si debba ricoprire il capo di cenere in principio per le crociate
tese al recupero di territori influenzati dalla civiltà greca per oltre 10
secoli, e già appartenuti per 7 secoli all'impero romano eppoi conquistati
ed islamizzati solo a forza di jihad, le brutali guerre sante islamiche di
conquista. Il colonialismo religioso e le guerre sante fra islam e mondo
cristiano non le abbiamo inventate certo noi, né lo scontro fra islam e
mondo cristiano è stato creato da quest'ultimo.
Non ha alcun senso applicare concetti di pacifismo totale figli degli
scenari di annientamento atomico dell'ultimo metà del secolo XX, ad un
inevitabile grandioso scontro di popoli e civiltà diverse ed in contrasto di
un millennio prima. Poteva essere meno crudele se non rivestito di odi e
fanatismi religiosi di entrambi i monoteismi, certo, ma non poteva essere
evitato dall'Europa neppure se questa fosse rimasta pagana e tollerante, o
modernamente laica e scristianizzata anche 14 secoli fa.
Non ha nessunissimo senso vergognarsi per le crociate di semplice difesa da
invasioni islamiche come la reconquista spagnola o le crociate e Leghe sante
di Lepanto (1571) o per la liberazione di Vienna (assediata 2 volte 1529 e
1683) di Budapest (1686), di Belgrado (1688 e 1717), di Grecia ed Atene
(conquistate dal veneziano Morosini 1684-88) ecc. Fortunatamente ci furono
quei momenti di contenimento e contrattacco alla millenaria spinta islamica
di conquista dell'Europa, altrimenti l'intero globo da secoli canterebbe le
glorie di Allah e di Maometto suo profeta.
Sono gli Arabi islamizzati che sono usciti dalle loro sedi per la conquista
dell'Euro Mediterraneo nel 638 con la conquista di Gerusalemme, 640 dell'Egitto,
670 conquista della Tunisia, 711 sbarco in Spagna, arrivando nel 732 fra
Tours e Poitiers in Francia settentrionale, nonché nel 674-78 e nel 717-718
assediando 2 volte Costantinopoli. Ed i Turchi che nel 1480 sbarcarono ad
Otranto e si misero ad imporre conversione o morte in massa non furono
respinti e non potevano essere respinti con buone parole di pace. Idem nel
1492 quando arrivarono a Villaco sulle Alpi orientali ove si svolse una
furiosa battaglia. Ci sono proprio voluti sette secoli di "crociate" ovvero
di controffensiva, la famosa "reconquista spagnola" perché fossero respinti
dalla penisola iberica e da Ceuta e Melilla, città spagnole in nordafrica.
Per fare un confronto fra i tre monoteismi si può notare che:
1) Il mondo mediterraneo fu cristianizzato in piccolissima parte da
conversioni popolari, e molto più da conversione di sovrani ed imposizione
statale. Il nord Europa ed il mondo slavo si sono cristianizzati per
conversione di sovrani che imposero il cristianesimo con la forza del potere
e minaccie di castigo ai propri popoli ma non necessariamente tramite guerre
(*).
2) Invece quasi tutto il mondo islamico (almeno fino al 1800) è diventato
tale solo per diritto di conquista, incluse terre già cristiane come Siria,
Egitto, Nordafrica, Spagna, Sicilia, Asia Minore (Turchia).
La resistenza e reconquista europea ha riconvertito al cristianesimo solo
Spagna, Portogallo e Sicilia, e pur essendo arrivata a controllare in epoca
coloniale quasi tutto il mondo mussulmano (con le sole eccezioni di Arabia,
Turchia ed Iran), non ha imposto allora la proria religione.
3) L' ebraismo è l'unico monoteismo che in millenni di esistenza e pur
vantando in epoca biblica guerre di sterminio dei vicini motivate da ordini
divini non ha avuto una politica di proselitismo né tanto meno di
conversioni forzate. Peraltro risulta che molte delle radicali stragi che
Yahweh comandò agli ebrei di compiere sui vicini per impadronirsi della
terra promessa dopo l'Esodo dall'Egitto, e che la Bibbia narra come fatti
storici, siano totali e colossali invenzioni propagandistiche senza
fondamento alcuno fatte solo per incoraggiare gli ebrei del periodo
posteriore alla Cattività Babilonese a resistere all'assimilazione fidando
sull'estrema potenza del loro dio che li avrebbe già salvati da una
situazione simile (la cattività egiziana) mai avenuta nella realta'.
(*) Il cristianesimo era utilissimo per rafforzare il potere dei capi
barbari-pagani che si fossero convertiti perché la nuova ideologia
riconosceva loro un diritto divino a governare.
Lo stesso fenomeno è successo con l'ideologia marxista adottata da molti
dittatori militari del terzo mondo nella seconda metà del XX secolo che ad
essa si sono "convertiti" come strumento ottimo di controllo sociale e per
mantenersi attaccati ad un potere illimitato, non certo per far correre
verso il benessere i loro popoli.

10 Febbraio 1482 Luca della Robbia ceramista e scultore di eccezionali
bassorilievi in majolica muore 81enne.

10 Febbraio 1635 è fondata a Parigi l' Académie Française (dal Cardinale
Richelieu).

10 Febbraio 1755 Muore Montesquieu scrittore sociologo e politologo francese
(N. 18/1/1689, vedi.)

10 Febbraio 1774 Andrew Becker dimonstra l'uso di uno scafandro per
immersioni subacquee.

10 Febbraio 1846 Inizia la marcia dei Mormoni verso l'Ovest degli Usa.
Colonizzeranno l'Utah fondando Salt Lake City nel 1847.

10 Febbraio 1848 (l'anno delle rivoluzioni) . Da Roma Pio IX suscita un
grande entusiasmo con l'espressione "Benedite Gran Dio l'Italia": parve a
tutti che il papa alludesse ad una Italia come stato unificato e libero, ma
in realta' lo scritto "motu proprio" che conteneva la frasetta fraintesa
insisteva molto sulla pace, e difficilmente senza una guerra all'Austria si
sarebbe fatta l'Italia. A Napoli il 29/1 moti popolari patriottici ottengono
dal re la prima costituzione del '48. La bandiera reale bianca con stemma
borbonico al centro viene bordata su tutti i 4 lati da una striscia coi tre
colori italiani. (Ma purtroppo il re tradirà presto il giuramento alla
costituzione) . Il 17/2 il granduca Leopoldo II promulgo' la costituzione
Toscana ed il 4/3 fu "largita" da re Carlo Alberto quella del Piemonte,
infine il 14-15/3 perfino Pio IX varò la costituzione per lo Stato
Pontificio. Ma solo Carlo Alberto manterrà in vigore la costituzione anche
dopo la sconfitta nella prima guerra d'indipendenza contro l'Austria e
nonostante le minaccie di questa, unendo così la dinastia Savoia alla causa
dell'indipendenza ed unità italiana ed agli ideali risorgimentali liberali.

10 Febbraio 1879 primo uso per illuminazione pubblica di lampade ad arco
elettrico (California Theater).

10 Febbraio 1890 circa 11 milioni di acri (quasi tre milioni di ettari) di
territori di caccia ceduti dagli Indiani Sioux al governo Usa vengono aperti
per la colonizzazione ed offerti ad americani o immigrati europei.
Proprietari saranno quelli che in gare appositamente organizzate li
raggiungono per primi e vi si stabiliscono per coltivarli. L'immigrazione
europea negli Usa formatisi come nazione da appena un secolo e scarsamente
popolati è sempre stata fatta in base a leggi approvate dal Congresso USA
attento ai propri interessi ed alla possibilità di pacifica integrazione
sociale.
Il parlamento italiano non ha invece mai discusso ed approvato un invito
nella nostra sovrappopolata Italia ad immigranti non facilmente integrabili
da paesi con civiltà molto diverse dalla nostra antica di almeno 30 secoli,
e nonostante ciò siamo invasi da immigranti illegali che violano le nostre
coste e le nostre leggi. Vari governi italiani per decenni hanno trascurato
di espellere almeno coloro che offendono la pacifica convivenza vivendo di
furti, di spaccio di stupefacenti e di altre illegalità ed evasioni fiscali
non permesse ai cittadini, e peggio ancora di coloro che proclamano
apertamente il progetto di colonizzare con la loro religione il nostro
paese, grazie a sempre nuova immigrazione, differenziale demografico e
proselitismo.

10 Febbraio 1897 nasce in Connecticut John Franklin Enders microbiologo
(Nobel per la medicina 1954 per studi sul virus della poliomelite) .

10 Febbraio 1902 nasce nelle isole Amoy (Cina) l'americano Walter Houser
Brattain, il "Padre del Transistor" (Nobel 1956 per la fisica). M.
13/10/1987

10 Febbraio 1910 nasce in Belgio Dominique Pire, educatore, si prodigò per i
profughi della seconda guerra mondiale (Nobel per la pace 1958).

10 Febbraio 1912 muore Joseph Lister chirurgo inglese che introdusse la
tecnica della sterilizzazione antisettica (nominato Barone per meriti
scientifici. n. 1827).

10 Febbraio 1917 Johanna Westerdijk diventa la prima professoressa
universitaria Olandese.

10 Febbraio 1923 Apre la prima fabbrica d'inchiostro al mondo la Standard
Ink Company.

10 Febbraio 1923 m. Wilhelm Konrad von Röntgen (Roentgen) scopritore raggi
X, Nobel n. 27/3/1845. (v.) ##

10 Febbraio 1927 Il Presidente Usa Coolidge chiede che si convochi la
seconda conferenza mondiale sul disarmo.

10 Febbraio 1933 è spedito e recapitato a New York il primo telegramma
cantato (Postal Telegram Company NYC).

10 Febbraio 1934 La prima nave di emigranti ebrei riesce a rompere il blocco
britannico delle coste Palestinesi.

10 Febbraio 1940 prima di Tom & Jerry, personaggi dei cartoni animati creati
da Hanna & Barbera per la MGM.

10 Febbraio 1942 Assegnato il primo Disco d'Oro da RCA VICTOR a Glenn Miller
per Chattanooga Choo Choo.

10 Febbraio 1947 Vengono firmati i trattati di pace che concludono la
seconda guerra mondiale. Giornata della memoria per gli esuli Istriani,
Fiumani e Dalmati. L'Italia è costretta a pagare la follia mussoliniana con
terre abitate maggioritariamente da Italiani: alla Iugoslavia (corteggiata
dagli alleati perché Tito si è già staccato da Stalin) vengono cedute mezza
provincia di Gorizia, parte di quella di Trieste e 3 provincie intere: Pola,
Fiume (con le isole del Quarnaro) e Zara in Dalmazia. Rimane incerto il
destino di Trieste (zona A con Trieste amministrata dagli angloamericani e
zona B con Capodistria amministrata dai comunisti slavi). Il totale della
popolazione Giuliano Dalmata prima delle foibe era di circa 6 o 700
migliaia. I profughi furono circa 350.000. In Italia non vennero accettati
in alcune città. A Bologna (una delle città più sfegatatamente mussoliniane
durante il ventennio) i treni con i profughi non poterono fermare per
proteste da parte della popolazione (diventata sfegatatamente comunista) che
accusava i poveri profughi di essere "fascisti". Gli istriani furono mandati
principalmente a Roma (nel quartiere Giuliano Dalmata) ed in Sardegna. L'Italia
dovette pagare 125 milioni di dollari di riparazioni di guerra alla
Iugoslavia che per cominciare incamerò i beni degli italiani valutati in 75
milioni di $. Il rimborso di tali beni ai profughi fu rimandato dall'Italia
a data futura (per molti mai arrivata). L'Italia di allora era molto povera
e non offrì loro quasi niente. Lo stesso per i profughi dalle ex colonie
Libia ed Etiopia. Moltissimi profughi Giuliano Dalmati furono costretti ad
emigrare in Australia Usa e Sud America ove si sono rapidamente integrati
con la loro laboriosita' . Tutt'altra scelta faranno i capi arabi per i
600.000 profughi palestinesi del 1948 volutamente mai integrati e spinti
verso 4 nuove guerre, guerriglia, dirottamenti, terrorismo internazionale.
Oggi dopo 50 anni sono 8 volte tanti, molti mantenuti tuttora a spese dell'Onu
e dell'Europa ricattata

10 Febbraio 1948 L'esercito comunista greco del generale Markos bombarda
Salonicco, seconda città della Grecia.

10 Febbraio 1951 nasce Zeudi Araya ad Asmara Eritrea, Miss Etiopia 1969.

10 Febbraio 1967 Muore Ernesto Rossi, Nacque a Caserta nel 1897. Non ancora
diciannovenne andò volontario in guerra. Di ritorno dal fronte, l'ostilità
per i socialisti che s'erano fatti un punto d'onore a vilipendere i
sacrifici dei reduci di guerra e il disprezzo per una classe politica chiusa
ad ogni respiro ideale e come ripiegata su se stessa, l'una e l'altra cosa
insieme vellicarono gli istinti antiparlamentari e condussero Ernesto Rossi
ad accarezzare le stesse speranze ed i medesimi obiettivi dei nazionalisti
prima e dei fascisti poi. Fu in quel giro di tempo, dal 1919 al 1922, che
Rossi prese a collaborare al "Popolo d'Italia", il quotidiano diretto da
Mussolini. Ma fu precisamente in quel periodo che egli conobbe Gaetano
Salvemini. A Salvemini, Ernesto Rossi si legò fin da subito e il vincolo
dell'amicizia, oltre che dall'ammirazione e dall'affetto, venne ben presto
cementato dalla piena intesa intellettuale. "Se non avessi incontrato sulla
mia strada" - ebbe a scrivere Ernesto Rossi - al momento giusto Salvemini,
che mi ripulì il cervello da tutti i sottoprodotti della passione suscitata
dalla bestialità dei socialisti e dalla menzogna della propaganda
governativa, sarei facilmente sdrucciolato anch'io nei Fasci da
combattimento" . Dopo di allora, il suo percorso non conobbe sviamenti nè fu
punteggiato dal dubbio. Una certezza vibrò sempre affermativa nelle sue
opere, e tutto - l'intrepida moralità, la causticità sibilante, l'astuzia
affilata - tutto, proprio tutto, venne posto al servizio di questa certezza,
che poi era la certezza di dover difendere comunque e ad ogni costo le
ragioni della libertà. Di qui l'implacabile determinazione con la quale
avversò il regime fascista. Quale dirigente, insieme con Riccardo Bauer,
dell'organizzazione interna di "Giustizia e Libertà", pagò la sua
intransigenza con una condanna del Tribunale speciale a venti anni di
carcere, di cui nove furono scontati nelle patrie galere e quattro al
confino di Ventotene. Qui, con Altiero
Spinelli ed Eugenio Colorni maturò più compiutamente quelle idee
federalistiche che nel 1941 dovevano ricevere il loro suggello nel celebre
Manifesto di Ventotene.
All'indomani della Liberazione, in rappresentanza del Partito d'Azione, fu
sottosegretario alla Ricostruzione nel Governo Parri e presidente dell'Arar
(Azienda Rilievo Alienazione Residuati) fino al 1958. Dopo lo scioglimento
del Partito d'Azione aderì al Partito Radicale di Pannunzio e Villabruna di
cui però, sentendosi come "un cane in chiesa" (sono parole sue), rifiutò
ogni incarico direttivo preferendo dedicarsi alla scrittura di libri e al
giornalismo d'inchiesta sul "Mondo". La collaborazione al "Mondo", iniziata
sotto i migliori auspici nel 1949 (quando Mario Pannunzio, proprio lui, il
direttore dalla vigilanza occhiuta e minuziosa, gli promise che i suoi
articoli li avrebbe letti "solo dopo pubblicati") , la collaborazione al
"Mondo", dicevamo, iniziata nel 1949, continuò ininterrotta per tredici
anni, fino al 1962. Fu la stagione d'oro di Ernesto Rossi, durante la quale
egli potè assecondare il genio profondo che lo agitava dentro, quello che lo
traeva a tirare per il bavero anche le barbe più venerande, denunciandone le
malefatte, irridendone le asinerie, sbugiardandone le falsità. I suoi
articoli migliori Ernesto Rossi li raccolse in volumi dai titoli
famosissimi, così famosi da diventare patrimonio della lingua comune. Due
per tutti: I padroni del vapore (Bari, 1956) e Aria fritta (Bari, 1955). Dal
1962 in avanti svolse la sua attività di pubblicista su "L'Astrolabio" di
Ferruccio Parri.
Nel dicembre del 1955 fu tra i fondatori del Partito radicale, inizialmente
denominato Partito Radicale dei Democratici e dei Liberali Italiani, insieme
a Leo Valiani, Guido Calogero, Francesco Compagna, Giovanni Ferrara, Felice
Ippolito, Franco Libonati, Alberto Mondadori, Arrigo Olivetti, Marco
Pannella, Mario Pannunzio, Leopoldo Piccardi, Rosario Romeo, Nina Ruffini,
Eugenio Scalfari, Paolo Ungari.
Nel 1966, quando la strada della sua vita andava ormai discendendo, gli fu
conferito il premio "Francesco Saverio Nitti", che molto lo confortò e, in
parte, lo ripagò di un'esistenza scontrosa che gli era stata assai avara di
riconoscimenti accademici. L'anno successivo, il 9 febbraio del 1967,
Ernesto Rossi moriva a Roma. Aveva sessantanove anni. Pochi mesi prima, in
una lettera a Riccardo Bauer, aveva scritto parole presaghe che vibrano di
un'accensione poetica: "se ci domandiamo a cosa approdano tutti i nostri
sforzi e tutte le nostre angosce non sappiamo trovare altre risposte fuori
di quelle che dava Leopardi: si gira su noi stessi come trottole, finchè il
moto si rallenta, le passioni si spengono e il meccanismo si rompe". E poi:
"Io non ho mai avuto paura della morte. Mi è sempre sembrata una funzione
naturale, inspiegabile com'è inspiegabile tutto quello che vediamo in questo
porco mondo. Crepare un po' prima o un po' dopo non ha grande importanza: si
tratta di anticipi di infinitesimi, in confronto all'eternità, che non
riusciamo neppure ad immaginare. Ma ho sempre avuto timore della "cattiva
morte". Sia consentito aggiungere che se la "cattiva morte" è di chi
non ha saputo vivere della tranquillità della propria coscienza, è
assolutamente da escludere che la morte possa essere stata "cattiva" con
Ernesto Rossi.

10 Febbraio 1974 iniziano scontri di frontiera fra l' Iraq di Saddam
Hussein, ammiratore di Stalin, membro dell'internazionale socialista ed
armato dall'URSS e dalla Francia e l'Iran khomeinista (gia' imperiale,
moderato e laico modernista fino al '79).

10 Febbraio 1996 Un elaboratore IBM Deep Blue batte a scacchi il campione
del mondo, il russo Gary Kasparov (I volta di una macchina )

10 Febbraio 2005 E' celebrata per la prima volta la giornata della memoria
per gli esuli Istriani, Fiumani, Dalmati. (350.000 fuggiti nel 1945, molti
altri negli anni successivi), e la giornata della memoria per le Vittime
delle Foibe, circa 20.000 assassinati per pulizia etnica dei comunisti slavi
di Tito. Erano rei solo di essere italiani visto che includevano anziani,
donne, bambini, ed anche antifascisti e reparti allineatisi ai partigiani
dopo l'8/9/43!
La Rai trasmette la prima de "Il cuore nel pozzo" (il 6 e 7/2), il dramma
visto da un bimbo scampato alle foibe.

.

Nessun commento: