Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

24 luglio 2016

FATE IN FRETTA! LE UNIONI CIVILI DEVONO ESSERE REGISTRATE SUBITO.

Comunicato stampa dell'Associazione Radicale Certi Diritti.

Roma, 19 luglio 2016

Margherita ha 53 anni, una compagna da 25 anni e un tumore allo stadio terminale. Dario Guarise ha 73 anni, un compagno da 38 e anche lui è malato. Entrambi chiedono di accelerare l'iter di applicazione della legge Cirinnà.

"Margherita e Dario hanno dato voce alle tante coppie dello stesso sesso nella medesima situazione e li ringraziamo per questo. Ma i sindaci italiani cosa aspettano?", si chiede Yuri Guaiana, segretario dell'Associazione Radicale Certi Diritti.

  "Ai sensi del comma 35 della legge 76/2016, le disposizioni sulle unioni civili acquistano efficacia a decorrere dalla data di entrata in vigore della legge. I comuni quindi devono, non solo possono, procedere da subito a registrare queste unioni", continua il segretario dell'Associazione Radicale Certi Diritti. 

"I sindaci italiani possono fare qualcosa per dare a Margherita e alla sua compagna, come a Dario e al suo compagno, ciò che spetta loro: devono semplicemente rispettare la legge e registrare subito le unioni civili. Le coppie dello stesso sesso, comprese quelle sposate o unite civilmente all'estero non aspettino altro, preparino subito i documenti, seguendo le nostre indicazioni, e vadano in Comune. Non vi possono dire di no", conclude Guaiana.

Associazione radicale Certi Diritti
Via di Torre Argentina, 76, Roma, 00186
Cell: +39 340 4694701| Tel: +39 06 689791
|www.certidiritti.it
facebook.com/certidiritti | 
twitter.com/certidiritti 

Nessun commento: