Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

4 aprile 2014

CERTE VOLTE MI RIESCE PARTICOLARMENTE DIFFICILE...

...CERCARE CONTINUAMENTE DI NON VERGOGNARMI per esser costretta a con-VIVERE con persone di questo genere qui sotto, gente che per affermare certe nefandezze viene anche finanziata profumatamente vuotandomi le tasche, assieme a vari altri.

 Così l' Italia è un Paese in cui gente che dovrebbe rappresentare il popolo e media che dovrebbero informarlo invece non si vergognano affatto di affermare, gli uni, e diffondere, gli altri, affermazioni che stridono orribilmente con la Costituzione, legge fondamentale da costoro mai neanche letta.
 Certo, vivo in un paese di analfabeti di ritorno...

 Ecco qua una di queste ...uscite, su LaStampa
AMg


CRONACHE

Milano, il presidente Guido Podestà: “Mai orfani a coppia gay o a Totò Riina”

Così l’esponente di Ncd alla guida della provincia del capoluogo lombardo
in un’intervista a KlausCondicio: «Piuttosto terrei io il bambino»
«Non affiderei mai un orfano a una coppia gay, come non lo affiderei a Totò Riina. Se non ci fossero alternative tra queste due ipotesi, piuttosto lo adotterei io». È la dichiarazione choc del presidente della Provincia di Milano Guido Podestà, intervistato dal programma KlausCondicio, che ha diffuso una sintesi. 
Alla domanda sull’ipotesi di scegliere fra le due alternative, Totò Riina o una coppia gay, Podestà ha risposto:
  «Senta Klaus, piuttosto me lo terrei io. Ho quattro figli e sarò felice di tenermi il quinto. Credo che un bambino debba avere in partenza le condizioni per avere due riferimenti genitoriali che sono diversi e complementari. Un padre come Vallanzasca non lo auguro a nessun ragazzo, ma sul fatto di pensare a un bambino allevato da due uomini o da due donne io credo che non si faccia il suo bene»

Nessun commento: