Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

21 gennaio 2014

Gli scienziati hanno definitivamente dimostrato che l'amore provoca scariche di calore e la tristezza ti fa sentire blu.

Un team di ricercatori finlandesi ha creato mappe di calore, indicanti dove e come le emozioni sono vissute sul corpo umano. L'obiettivo dello studio è stato quello di scoprire se c'è un collegamento coerente, in vari gruppi demografici e regioni geografiche, tra ciò che sentiamo e la sensazione fisica di quel sentimento.

Queste mappe di calore rivelano dove sentiamo l'amore, la rabbia, la vergogna e la tristezza sui nostri corpi

"Anche se spesso siamo consapevoli  al presente del nostro stato emotivo, come la rabbia o felicità, i meccanismi che danno luogo a queste sensazioni soggettive sono rimasti irrisolti. Qui abbiamo usato uno strumento di self-report topografico per rivelare che i diversi stati emotivi sono associati a sensazioni corporee topograficamente distinte e culturalmente universali;  i risultati hanno detto che queste sensazioni potrebbero essere alla base delle nostre esperienze emotive coscienti ".
Lo studio ha chiesto a 773 partecipanti di colorare le regioni del corpo in cui si sentivano aumentare o diminuire l'attività durante la visualizzazione dello stimolo emotivo, come ad esempio  parole, storie, film o espressioni facciali. Era richiesto per sei emozioni "base" e sette emozioni "complesse", così come per uno stato neutrale.
rabbia paura disgusto felicità tristezza sorpresa neutro
Queste mappe di calore rivelano dove ci sentiamo amore, la rabbia, la vergogna e tristezza sui nostri corpi
ansia amore depressione disprezzo orgoglio vergogna invidia 
Il giallo indica la quantità più forte di attività, seguito da rosso, blu, nero, blu scuro con la luce in fondo, come un fonoassorbente di emozioni.
La felicità mostra colorazione giallo e rosso dappertutto, con i più forti sentimenti nella testa e al torace. L'amore è più forte di tutte le emozioni, con riempimento giallo in testa, al torace e nella regione inguinale. A differenza della felicità, perchè a quanto pare non  sentiamo l'amore nelle nostre gambe.
La depressione è anche diffusa in tutto il corpo, con la testa e gli arti che ci si mostrano in varie tonalità di blu. È interessante notare che lo stomaco si sente depresso neutro. La tristezza, al contrario, è blu scuro sulle braccia e le gambe, ma la testa e il petto appaiono rossi.
La vergogna e l'ansia sono diffuse in tutto il corpo , con colori caldi in testa e al torace, e colori blu nelle gambe. La sorpresa non sembra molto diversa dalla vergogna, e l'invidia - come la sorpresa - si presenta con rosso in testa e al torace, e blu scuro nelle gambe. Il disprezzo e l'invidia si assomigliano, anche se il disprezzo è forte nella testa e si manifesta solo sulla metà inferiore nella zona inguinale.
Paura e disgusto si manifestano con colori  caldi e freddi nella testa attraverso lo stomaco. La paura si fa sentire di più nel petto, mentre il disgusto è più forte nella nostra bocca e nello stomaco. È interessante notare che l'orgoglio nella mappa del corpo assomiglia alla felicità, all'amore e alla rabbia nel suo giallo sulla testa e al torace.
Lo studio dice anche che numerosi studi sono necessari prima di stabilire che le emozioni ci preparano per le sfide esterne regolando i nostri corpi a rispondervi. Queste fanno sì che il nostro corpo reagisca, innescando così sensazioni emotive che interesseranno il nostro comportamento. Tuttavia, è ancora incerto se "i cambiamenti corporei associati alle diverse emozioni sono sufficientemente specifici per servire da base per distinguere le sensazioni emotive."
"Riteniamo che le emozioni provate consapevolmente sono associate con sensazioni corporee topograficamente distinte e culturalmente universali, che possano sostenere l'esperienza  di emozioni di categorie diverse", dice il rapporto.
Oltre ad essere interessante, questa ricerca potrebbe avere implicazioni significative per la psicologia, funzionando come una sorta di "biomarker per i disturbi emotivi."

Nessun commento: