Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

18 novembre 2013

Dalla Palestina una volontaria Australiana dà conto dei bambini kamikaze

La narratrice che compare nel video è Darley Jones, che lo ha anche realizzato e fatto diffondere. Non è facile seguire il testo sottotitolato in francese assieme con quello ebraico, però ci si riesce
Un documento a dir poco inquietante.
AMg



Darley Jones, gentile signora australiana che si è sentita totalmente solidale con la lotta dei palestinesi così come vengono presentati dai media di tutto il mondo, ovvero come le vittime di Israele, decide un giorno di far qualcosa e di andare come volontaria ad aiutare i palestinesi nella Palestina occupata. 
Quel che l'ha spinta a farlo, sono state le foto che mostravano bambini palestinesi morti coi loro corpi fatti a pezzi.
Lei è arrivata a Jenin , assolutamente convinta che questi bambini muoiano perché Israele li tortura a morte.
Ma quando è arrivata a Jenin  solo pochi giorni dopo, si è imbattuta in un caso scandaloso, in cui un ragazzo si è fatto esplodere in un attentato suicida. Dopo aver impattato la dura realtà , improvvisamente lei si è resa conto che molti di questi bambini muoiono perché sono mandati a morire. Ha constatato che i bambini di età compresa tra 7-8 anni sono arruolati e addestrati per la guerra, mettendoli a rischio come adulti e sacrificati così muoiono. Ma bambini di età compresa tra 7-8 sono bambini e a quelli non hanno nemmeno costruito un parco giochi.
E i bambini ? Vogliono essere come un famoso ingegnere idraulico che si è fatto esplodere. 
Non vogliono la pace ?  No. Vogliono che lo Stato di Israele scompaia .

L'incontro con la verità ha prodotto sulla donna un grave shock emotivo.
Alla fine del video dice:
"Non vogliono la pace. Non hanno mai avuto altra intenzione che quella di distruggere Israele."

Nessun commento: