Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

8 settembre 2013

Per difendere l'italiano dai piani 70-ennnali di occupazione inglese.

Il 6 settembre 2013, alle 17.30, appuntamento davanti alla Casa di Dante a Roma, in Piazza Gioacchino Belli.
 
 
 
Venerdì 6 settembre 2013 ricorre il Settantennale del discorso-manifesto di Harvard, con cui Churchill spiegò i piani per la dominazione dei popoli per via linguistica, attraverso l'inglese.
 
L'Associazione Radicale Esperanto vuole informare ciascuno e tutti di quei piani misconosciuti volti ad assicurare ad americani ed inglesi, come recita il testo, "guadagni di gran lunga superiori che non il toglierci province e territori o schiacciarci con lo sfruttamento" grazie alla dominazione linguistica.
 
Della teorizzazione dell' "Impero delle Menti", con la lettura integrale di quei piani, di cui oggi stiamo vivendo gli esiti finali, ad un passo dal genocidio linguistico-culturale italiano, ne sarà data pubblicità il 6 settembre 2013, alle 17.30, davanti alla Casa di Dante a Roma, in Piazza Gioacchino Belli.
 
Dopo una breve introduzione del Segretario dell'ERA e la lettura del discorso manifesto di Harvard, registreremo i commenti a caldo dei presenti. Intanto cominciamo a chiederci: ha ragione un governante inglese della statura di Churchill che dice di voler sottomettere gli altri popoli con la lingua inglese perché offre maggiori guadagni che non conquistandoli con la forza, o i governanti italiani che sostengono la necessità di insegnare/apprendere in inglese anziché in italiano perché ciò offre a noi e non a loro maggiori guadagni?
 
In occasione di questo evento, l'Era Onlus, associazione costituente del Partito Radicale, ospiterà un tavolo per la raccolta delle firme per i 12 referendum.
 
In caso di maltempo, l'evento si terrà presso la sede del Partito Radicale, in via di Torre Argentina 76, III piano.
 
 

"Esperanto" Radikala Asocio
 
Via di Torre Argentina 76, Roma 00186
 
Informazioni:
info@italianiadi.it,
Tel. 0668979797
Fax 0623312033,
Cell. 3477608756
Facebook: facebook.com/eraonlus
Twitter: @eraonlus

Nessun commento: