Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

19 novembre 2012

Associazione Luca Coscioni Newsletter Numero 23: Bocciata la legge sulla omofobia, niente soldi per i malati di SLA: l’Italia continua ad arretrare ma la speranza arriva da una sentenza del Tribunale di Cagliari sulla diagnosi preimpianto



Seguici anche su Facebook | Twitter | Youtube


Associazione Luca Coscioni per la libertà
della ricerca scientifica

Newsletter quindicinale. Numero 23 - 19 novembre 2012

a cura di Carlo Troilo

per iscriversi e contribuire: www.associazionelucacoscioni.it/contributo

 

Bocciata la legge sulla omofobia, niente soldi per i malati di SLA: l'Italia continua ad arretrare ma la speranza arriva da una sentenza del Tribunale di Cagliari sulla diagnosi preimpianto


Negli ultimi 15 giorni  due  cattive notizie confermano l'arretratezza  dell'Italia nel campo dei diritti civili.  La prima è la bocciatura in Parlamento, ad opera della Lega, della legge antiomofobia. Così l'Italia è l'unico, fra i  maggiori Paesi europei, privo di norme che sanzionino i comportamenti omofobici.   La seconda riguarda i malati di SLA: dopo una serie di promesse (Grilli, Balduzzi e altri ministri, impegnati a riportare a 900 milioni il fondo per la non autosufficienza), la Commissione Bilancio ne ha trovati solo 200. Per questo i 70 malati di SLA riprendono il loro sciopero della fame e alcuni di loro minacciano di lasciarsi morire.  E il senatore Marino denuncia il pericolo che entro breve tempo possa essere approvata la "legge Calabrò" sul testamento biologico, che  farebbe dell'Italia l'unico Paese in cui il malato non ha il potere di decidere sulle terapie ed in cui sarebbe obbligatorio "il sondino di stato". E questo benchè ancora  una volta gli italiani si dimostrino molto più avanti del ceto politico su un tema importante come l'eutanasia: secondo l'Eurispes circa il 48 % degli italiani è convinto che negli ospedali del Bel Paese venga praticata l'eutanasia e il 50% degli italiani è favorevole alla "morte dignitosa". E anche quest'anno   l'indagine  condotta per l'Osservatorio sul Nord Est da Demos ci dice che   i favorevoli alla eutanasia sono il 69%, contro il 56% nel 2002.    Altrettanto tristi le notizie sulla situazione della ricerca scientifica, dipinta a tinte fosche da Silvio Garattini: eppure – dice  l'illustre scienziato – con un miliardo (reperibile aumentando di 20 centesimi il prezzo del pacchetto di sigarette) si potrebbero mantenere 5.000 ricer catori e 10.000 borsisti.  Dunque, non resta che da sperare, nel caso di una vittoria del PD alle elezioni politiche, che i candidati alle primarie mantengano – è la sola buona notizia di questi 15 giorni - le loro promesse in materia di diritti civili: per un progresso che andrà conquistato superando le resistenze dei cattolici integralisti, che anche in queste due settimane hanno trovato in "Avvenire" un portavoce agguerrito ed efficace.  E il fronte dei teocon sembra destinato ad allargarsi, vista la notizia  della nascita di un mensile il cui nome  -  "Notizie pro vita" -  non lascia dubbi su quel che ci riserverà la  nuova testata. Tuttavia da Cagliari arriva una buona notizia: in base alla decisione ottenuta tutti i centri pubblici, di cui nessuno effettua diagnosi preimpianto ad oggi, saranno obbligati ad osservare scrupolosamente la legge 40 perché effettuare tecniche di fecondazione in vitro significa anche avere l'obbligo, se la coppia lo richiede, di forni re informazione sullo stato di salute dell'embrione. Tutti i cittadini hanno diritto di poter accedere a trattamenti sanitari.                      

IN ITALIA


Pillola per minorenni (31 ottobre)  -  "Avvenire" riferisce sulla proposta di un  consigliere comunale di Bologna, che ha proposto la pillola gratis per minorenni, per evitare gravidanze che terminano spesso con aborti.  Proteste del Movimento per la Vita.

Malati SLA    (1° novembre)  -  Su "L'Espresso" Roberto  Saviano  dà risalto alla notizia dello sciopero della fame di 70 disabili gravi (v. NL n. 22) e sottolinea l'urgenza di trovare i fondi necessari ad affrontare i drammatici problemi dei disabili  e dei malati di SLA. Saviano ripercorre la vicenda Welby.   Lo sciopero – informa "Avvenire" – è stato sospeso dopo che i ministri Fornero e Balduzzi hanno incontrato, nella sua casa in Sardegna, Salvatore Usala, segretario del Comitato 16 novembre", che ha promosso lo sciopero-  (6 novembre) – Il ministro Grilli annuncia che sono stati trovati i 900 milioni necessari per i malati di SLA e la non autosufficienza.  Guglielmo Pepe, nell'editorial e di "Repubblica Salute", prende atto dell'impegno del ministro  ma critica duramente i governi che  hanno ridotto i fondi  in questi anni. Maria Antonietta Farina Coscioni e Mina Welby, da giorni in sciopero della fame, apprezzano l'impegno del ministro ma chiedono misure stabili e non "pannicelli caldi". (10 novembre) -  I 70 malati di SLA riprendono lo sciopero della fame perché alle assicurazioni di alcuni ministri non hanno fatto seguito concrete decisioni.("Avvenire" e altri giornali). (14 novembre) – La Commissione Bilancio della Camera ha trovato solo 200 milioni da destinare al fondo per la non autosufficienza. Perciò il nuovo sciopero della fame potrebbe raggiungere forme estreme:   alcuni malati di SLA minacciano di lasciarsi morire. (15 novembre) Maria Antonietta Farina Coscioni sospende lo sciopero della fame "dopo le assicurazioni e le garanzie che questo pomeriggio mi ha fornito il ministro della Salute Ba lduzzi per quel che riguarda l'aggiornamento dei Livelli Essenziali di Assistenza" Per saperne di più

Una rivista di bioetica (1° novembre) – "Avvenire" dà notizia della uscita di un mensile dedicato alla bioetica: si chiama "Notizie pro vita" ed è legato al sito www.notizieprolifenews.it.

Evoluzione delle famiglie (4 novembre) -  Sul supplemento domenicale del "Corriere della Sera" un ampio servizio di Gianpiero Dalla Zuanna sulla evoluzione delle famiglie nei Paesi europei (lo spunto è la decisione francese di sostituire alla formula "padre" e "madre" quella di "genitore 1" e "genitore 2").  L'autore esamina i molti cambiamenti nelle famiglie e nelle unioni di fatto e cita i principali libri che in questi ultimi anni hanno studiato il tema. Per saperne di più

Scienza in Italia (4 novembre) -  Sul domenicale del "Sole 24 Ore" Armando Massarenti, in un duro editoriale, riprende e condivide le critiche della rivista "Nature" per recenti sentenze – a partire da quella del tribunale de L'Aquila - della Magistratura italiana, che confermano la scarsa considerazione che vi è in Italia per la scienza. "Nature" critica il ministro Profumo per i suoi progetti di riforma degli enti di ricerca. (12 novembre) -  Con un articolo sul "Messaggero" dal titolo "La scienza all'angolo" il professor Silvio Garattini traccia un quadro desolante dei finanziamenti alla  ricerca  in Italia. Eppure – dice  Garattini – con un miliardo (reperibile aumentando di 20 centesimi il prezzo di un pacchetto di sigarette) si potrebbero mantenere 5.000 ricercatori e 10.000 borsisti.  Per saperne di più

Vendola su adozioni gay (5 novembre) -  Il quotidiano "Pubblico" riporta una dichiarazione di Nichi Vendola secondo il quale su questo tema le posizioni di Bersani e di Renzi sono più arretrate di quelle di un esponente importante del PDL come Galan.
Sanità in Lombardia (5 novembre) – "Repubblica" (cronaca di Milano) traccia un quadro molto allarmante della situazione occupazionale della sanità lombarda, con  diverse migliaia di posti di lavoro in serio pericolo.  Per saperne di più

Proposta di codice etico (7 novembre) – Lo propone Paola Binetti, rivolgendosi in particolare ad Emma Bonino,  in un articolo sul "Corriere della Sera":  definire una piattaforma di valori e impegni reciproci che vadano oltre le nostre divergenze, anche per evitare l'assoluto prevalere dei temi economici nel confronto politico.  Per saperne di più

Legge 40 (8 novembre) – I giornali -  con particolare risalto "Corriere della Sera" e "Repubblica" – riferiscono sul voto bipartisan che, modificando un punto della legge 40, consentirà anche alle madri che hanno fatto ricorso alla procreazione assistita di disconoscere i propri figli. Sulla questione si sono espresse Filomena Gallo e Maria Antonietta Farina Coscioni.

Bocciata legge su omofobia (8 novembre) -  "Repubblica" e altri giornali riferiscono sull'emendamento della Lega Nord che ha fatto cadere la legge contro  l'omofobia. L'Italia è l'unico dei grandi paesi europei che non ha una legge in materia. Per saperne di più

Radicali e cannabis (9 novembre) -  Manifestazione dei Radicali a Montecitorio. Rita Bernardini distribuisce ad alcuni  malati delle piantine di cannabis per uso terapeutico. Malgrado la flagranza di reato, le forze dell'ordine non sono intervenute. Per saperne di più

I radicali e il corpo (10 novembre) – Luigi Manconi su "Unità" scrive che i casi del bimbo conteso violentemente, dell'uomo sedato e legato al suo letto e dei 70 malati di SLA in sciopero della fame sottolineano la necessità di un impegno per i diritti civili e portano a chiedersi come la sinistra possa fare a meno dei Radicali, che di queste battaglie sono da sempre protagonisti.

PD e diritti civili (10 novembre) -  In una intervista a "LEFT" il senatore Marino critica duramente .la "legge Calabrò", che potrebbe essere approvata entro la fine della Legislatura e farebbe dell'Italia l'unico paese in cui il malato non ha il potere di decidere sulle terapie.  Marino chiede che il PD faccia proprie le battaglie sulla laicità,  la cittadinanza ai figli degli stranieri, la ricerca sugli embrioni, la diagnosi preimpianto, le adozioni per single e gay.  Bersani – dice Marino – ha assicurato che questi "saranno i suoi temi prioritari come leader".(14 novembre) – "L'Unità" riprende i molti commenti positivi diffusi in rete sulla trasmissione di SKY con i candidati alle primarie de l PD: finalmente il PD ha una linea più avanzata sui diritti, in particolare dei gay. Perfino Tabacci ha fatto qualche concessione. Per saperne di più

Medici arrestati (10 novembre) -  "Il Messaggero" dà notizia dell'arresto di nove medici di Modena: usavano i pazienti come cavie per esperimenti senza il loro consenso ed utilizzavano medicinali scadenti e privi del marchio UE. Il senatore Marino, nella intervista a "LEFT",  critica  il decreto , ritenendo irrealizzabile il progetto dei medici di famiglia impegnati 24 ore su 24.  Per saperne di più

Decreto sanità (11 novembre) -  "IL Sole 24 Ore" sintetizza i punti salienti del decreto sanità, pubblicato dalla Gazzetta Ufficiale.

Italia, matrimoni omosessuali (12 novembre)  - Con una circolare, il Ministero degli Interni ha dato il via libera al riconoscimento  del diritto al permesso di soggiorno a favore dello straniero che abbia contratto all'estero un matrimonio omosessuale con un cittadino italiano ("La Stampa"). Per saperne di più

Indagine su fine vita (12 novembre) -  Secondo lo studio "A national survey of Italian physicians' attitudes towards end-of-life decisions following the death of Eluana Englaro",  il 66% dei circa 23.000 medici che hanno risposto ad un questionario ritiene lecito sospendere la nutrizione e idratazione artificiale in accordo con la richiesta dei pazienti. Il dato è reso noto nell'inchiesta partecipativa di FaiNotizia con l' Associazione Luca Coscioni, che ricorda di avere chiesto invano, nel 2006, una indagine conoscitiva del Parlamento sulla eutanasia clandestina.  L'Associazione ricorda  anche che secondo una rilevazione dell'Eurispes del 2011 circa il 48 % degli italiani è convinto che negli ospedali del Bel Paese venga praticata l'eutanasia e il 50% degli italiani è favorevole all'eutanasia. Infine,  uno studio condotto su 5 mila medici nel 2012 ha fatto emergere che il 23% di loro ha ricevuto richieste di somministrazione di farmaci letali - ovvero di eutanasia attiva- da parte dei pazienti o dei familiari nel corso della propria carriera e solo una percentuale ristretta, tra l' 1,2 e il 2%, ha dichiarato di aver accettato.  (13 novembre) -  "Il Gazzettino", come ogni anno, riferisce sui risultati della indagine sulla eutanasia condotta per l'Osservatorio sul Nord Est da Demos:  i favorevoli alla eutanasia sono il 69%, contro il 56% nel 2002. Il quotidiano riporta dati disaggregati per età e opinioni politiche. Per saperne di più

Disabilità (13 novembre): in Abruzzo è stata approvata legge per la vita indipendente dei disabili gravi. Per saperne di più

Ente Nazionale Sordi (14 novembre) -  "Il Fatto Quotidiano" riprende le dichiarazione dei deputati radicali Coscioni e Turco che chiedono il commissariamento dell'ente dopo le notizie sul suo dissesto finanziario. Per saperne di più

Aborto, down (14 novembre) -  La Corte di Cassazione ha disposto un risarcimento ai genitori di una bambina  perché i medici non li avevano informati che la nascitura  era down. "Avvenire" riporta le critiche dei medici e giuristi alla sentenza, che può portare a derive in materia di aborto.

Fecondazione (15 novembre): Ristabilita l'equità dell'accesso alle cure: questa la sintesi della sentenza del Tribunale di Cagliari che ha ordinato al laboratorio di citogenetica dell'ospedale Microcitemico di Cagliari di eseguire l'indagine diagnostica preimpianto o di utilizzare strutture esterne,  a seguito della fecondazione in vitro della coppia infertile ricorrente lei affetta da talassemia, lui portatore sano.  Per saperne di più


NEL MONDO

GB, gay e adozioni (4 novembre) – Il "Corriere della Sera" riferisce sulle sentenze di alcuni tribunali inglesi secondo cui nessuna agenzia adottiva – nemmeno quelle cattoliche – può rifiutare un figlio ad una coppia omosessuale. Ma il quotidiano rileva la presa che ha sull'opinione pubblica la posizione delle associazioni cattoliche contrarie alle adozioni gay

Francia, diritti dei gay (5 novembre) -  Risalto su "Avvenire" alle proteste dei vescovi francesi per l'imminente legalizzazione delle nozze e delle adozioni gay. Il quotidiano sintetizza anche le posizioni del governo Hollande in materia di aborto, eutanasia e  ricerca sulle staminali embrionali. (6 novembre) -  Su "Il Foglio" un sondaggio francese secondo cui per la prima volta nel 2012 sono diminuiti sia i  favorevoli alle nozze gay  (dal 65% al 58%) sia i sostenitori delle adozioni gay (dal 56% al 50%). Secondo "La Repubblica", Hollande cerca di ridurre le proteste lasciando il diritto alle adozioni ma non prevedendo più per le coppie gay la possibilità di ricorrere alla procreazione assist ita.  (8 novembre)- Approvata la legge sulle nozze gay. Per saperne di più

Olanda, Eutanasia (5 novembre) -  Il "Corriere della Sera" riferisce sulle polemiche nate da una iniziativa della compagnia assicurativa, la Menzis, che offre di rimborsare  ai suoi assicurati anche le spese per le "cliniche di fine vita" de  L'Aia.  Il quotidiano traccia anche un quadro sintetico della eutanasia in Olanda, dove la legge non richiede che la malattia sia incurabile. Infatti, il 10% dei pazienti dichiara di essere "stanco della vita", il 30% denota problemi psichici. Il 65% ha superato i 60 anni, ma un 20% non ha compiuto i 30. (7 novembre) -  "Il Foglio" riprende i dati della rivista "Lancet" secondo cui in Olanda i casi di eutanasia sono aumentati, dalla sua legalizzazione, da 1.815 a 3.136, con una crescita del 35% negli ultimi  due anni.  Anche alcuni malati di mente hanno fatto ricorso alla eutanasia: "neanche i nazisti", commenta il quotidiano.  Per saperne di più

Pena di morte nel mondo (3 novembre) -  Con una ampia risoluzione, la World Medical Association ha ribadito la condanna assoluta della pena di morte, dichiarando antietico il comportamento dei medici che accettano di partecipare, in qualsiasi forma e tempo, alla esecuzione di una condanna a morte (fonte: BioEdge). Per saperne di più

Spagna, nozze gay (7 novembre) -  Il "Secolo XIX" dà notizia di una sentenza della Corte Costituzionale spagnola che ha confermato la  legittimità della legge che ha introdotto i matrimoni gay. Per saperne di più

USA e diritti civili - (8 novembre) -  Risalto sui giornali ai referendum che si sono svolti negli USA assieme alle elezioni per la Casa Bianca:  su nozze gay, uso della Marijuana, pena di morte e aborto esce il ritratto di un'America più liberal.  I diritti civili hanno pesato sulla campagna presidenziale quanto i temi economici. (10 novembre) – "Avvenire" giudica negativamente i risultati dei referendum negli USA, che fanno temere una caduta verso il relativismo. Inoltre, preoccupa che la California abbia rifiutato di abolire la pena di morte. Per saperne di più

GB, eutanasia (8 novembre) -  "Avvenire" ha un ampio servizio sulla iniziativa di uno dei sottosegretari alla salute inglesi, che ha invitato i medici ad inserire un malato su cento in una lista di pazienti ai quali chiedere se vogliono l'eutanasia. Il motivo della proposta: un letto di ospedale ogni quattro è occupato da malati terminali e 4 di loro su 19 non hanno mai chiesto cure mediche. Inoltre, lo Stato risparmierebbe un miliardo di  sterline.

Francia, bioetica (10 novembre) -  "Le Monde" ha un ampio articolo sulla nomina di Jean Claude Areisen alla presidenza del Comitato Nazionale Consultivo sull'Etica", creato 30 anni fa da Mitterand. Il quotidiano traccia un profilo di Areisen, immunologo e uomo di sapere enciclopedico.

Stato vegetativo (14 novembre) – Risalto su "La Stampa" alla notizia dei risultati raggiunti da un famoso neuroscienziato inglese, Adrian Owen, in Canada.  Un suo paziente in stato vegetativo permanente ha dimostrato di "sentire" le domande e di elaborare le risposte ("Provi dolore?" "No").  "Avvenire" prende spunto dalla notizia per un editoriale dal titolo "quella dignità nascosta da riconoscere e servire". Per saperne di più

 

Nessun commento: