Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

2 ottobre 2012

UNA INFORMAZIONE ASSOLUTAMENTE DA CONDIVIDERE E DIFFONDERE: Avaaz diventa media

Car** tutt**
molti di voi che leggete questi post sapete già che cosa sia e come agisca Avaaz: sicuramente avrete firmato delle petizioni proposte tramite questa organizzazione, petizioni che hanno contribuito a modificare positivamente situazioni importanti sul piano civile, sociale e politico, comprese quelle riguardanti la parità di diritti per le persone LGBTEIQ.
Condivido questa informazione che mi giunge dal team di Avaaz: essa vuole dar seguito ai risultati di una sorta di sondaggio online svolto dalla stessa organizzazione per sapere come gli utenti intendessero proseguire e incentivare l'azione della stessa.
 E come in ogni forma di esercizio della propria azione libera, è importante anzi indispensabile per garantirla e conservarla tale, che essa non abbia altri sponsors e contributors che gli stessi attivisti.

AMg



Cari amici,



Immaginate se ci fosse un sito da leggere con il caffè della mattina che desse la sensazione di attraversare una piazza di una città globale: trovare in un posto solo un'informazione attendibile, intelligente e illuminante. Il 97% lo ha chiesto in un nostro sondaggio e ora il Daily Briefing è quasi pronto. Se solo 20.000 di noi daranno un piccolo contributo oggi, potremo renderlo operativo. Clicca per aiutare Avaaz a diventare mezzo d'informazione:
Immaginate se ci fosse un sito da leggere con il caffè della mattina che desse la sensazione di attraversare una piazza di una città globale: trovare in un posto solo un'informazione attendibile, analisi intelligenti e storie illuminanti, che per la prima volta offrissero soluzioni e la possibilità di agire sugli argomenti che abbiamo più a cuore!

Ora immaginate se dietro questo sito d'avanguardia ci fossero 16 milioni di noi: avrebbe una diffusione maggiore del Washington Post o del Times! E' un obiettivo coraggioso, ma ci abbiamo messo dei mesi per definire il progetto e reclutare una squadra di partenza composta dai migliori giornalisti. Ora il Daily Briefing di Avaaz è quasi pronto per partire.

I vecchi media sono ostaggio di potenti editori e di pubblicitari e le informazioni sono spesso ciniche e in preda alla rassegnazione. Il Daily Briefing sarà di nostra proprietà e guidato da noi: mezzo d'informazione dal basso per un mondo migliore. Se solo 20.000 di noi daranno un piccolo contributo oggi, potremo farlo partire e chiamare i migliori giornalisti, scrittori, geni della grafica e sviluppatori. Clicca qui per aiutare Avaaz a diventare media:

https://secure.avaaz.org/it/avaaz_diventa_media/?bCEdvab&v=18305

Qualche mese fa un incredibile 97% della comunità di Avaaz ha votato per questa idea nel nostro sondaggio annuale. La scorsa settimana abbiamo lanciato un test e la risposta è stata sbalorditiva! Per la prima volta il nostro movimento è diventato esso stesso media: insieme abbiamo contrastato la vulgata della "Rabbia islamica" condividendo un post che contestualizzava responsabilmente le proteste dei musulmani e sfidava il sensazionalismo della rivista Newsweek.

E' incredibile pensare a come potrebbe evolversi questo progetto. Se solo 20.000 di noi donassero oggi, ecco cosa faremmo:
  • Rafforzeremmo la squadra attualmente molto ristretta che si occupa del Daily Briefing. Alcuni dei giornalisti con più talento ed esperienza ci hanno già detto che sarebbero dei nostri perché sono stanchi di un giornalismo corporativo e conflittuale, e ritengono che una macchina mediatica che può contare su 16 milioni di membri potrebbe rafforzare le nostre democrazie e spingere al cambiamento nel mondo.
  • Costruire le migliori tecnologie al mondo per mettere al comando le comunità e la democrazia. Con una tecnologia al servizio delle piccole donazioni e dei cittadini reporter, tutti noi potremo produrre contenuti e votare quali contenuti devono salire e scendere, cosicché le storie siano in vista in base al merito o alla rilevanza che hanno per noi.
  • Raccontare le buone notizie. Invece di bombardarci soltanto con storie che dipingono gli orrori dell'umanità e la distruzione del nostro pianeta, il Daily Briefing indagherà e metterà in mostra storie illuminanti di speranza e coraggio.
  • Dare voce alle storie che non racconta nessuno. I membri di Avaaz hanno finanziato cittadini reporter che hanno rotto il blackout dei media in posti caldi della repressione nel mondo. Il Daily Briefing offrirà una piazza alle voci e alle questioni oggi ignorate dai media di proprietà dei poteri forti.
  • Offrire un'analisi di primo livello e l'attivismo politico. La squadra del Daily Briefing lascerà a casa il linguaggio che ci aliena, portando invece analisi solide e nuovi percorsi per confrontarci con le più grandi sfide del nostro tempo.
Clicca qui per donare e aiutare a lanciare il Daily Briefing:

https://secure.avaaz.org/it/avaaz_diventa_media/?bCEdvab&v=18305

La marcia della democrazia che sta percorrendo tutto il globo sta ricostruendo molte delle nostre vecchie istituzioni. Per 5 anni abbiamo lavorato insieme per riformare la politica in tutto il mondo, e sta funzionando. Ma la politica e i media sono due facce della stessa medaglia: una non può cambiare senza che l'altra cambi e siamo governati tanto dai media quanto dai governi. E' ora di riprenderceli tutti e due.

Con speranza,

Ricken, Dalia, Maria Paz, Alice, Antonia, Ari, Heather, Wissam e tutta la squadra di Avaaz

P.S. Nel caso ci stessi ancora pensando su, di seguito altre 11 ragioni per fare una donazione al Daily Briefing di Avaaz :)

Motivo 1: Il Daily Briefing è Avaaz 2.0

È una dimensione completamente nuova di ciò che Avaaz ha prodotto per anni. Siamo già la comunità online di maggior successo e viralità di sempre: questo progetto ci porterà a un livello superiore.

Motivo 2: Il Daily Briefing è indipendente, imparziale e affidabile

Avaaz è sempre stata completamente indipendente, senza ricevere denaro da governi o aziende, per fare in modo che la nostra voce fosse determinata esclusivamente dai valori dei nostri membri e non da qualche grande finanziatore o interessi nascosti. Ora il 100% del bilancio di Avaaz deriva da piccole donazioni online. Questo significa che la sola agenda editoriale del Daily Briefing è l'agenda dei cittadini e non ci tireremo indietro dal rivolgerci con forza contro i poteri forti.

Motivo 3: Il Daily Briefing è controllato, approvato e fatto funzionare dalle persone

Il team creerà e manterrà meccanismi di feedback e di test per assicurarsi che i membri di Avaaz possano esercitare la loro verifica di qualità sul Daily Briefing e siano sempre in grado di tenerci sotto controllo per produrre il contenuto della qualità più alta possibile.

Fai una donazione qui: https://secure.avaaz.org/it/avaaz_diventa_media/?bCEdvab&v=18305

Motivo 4: Il Daily Briefing guarda in profondità e spiega con semplicità

Il Daily Briefing comunicherà gli eventi mondiali più importanti e che più aiutano la comprensione tra quelli disponibili. Ma il nostro team rimarrà saldamente ancorato al principio che il dibattito pubblico importante dovrebbe essere accessibile e spingere all'azione tutti i cittadini. Indipendentemente da quanto sia complesso un tema c'è un modo semplice, conciso e che spinge all'azione per spiegarlo. Questo non significa mai renderlo più stupido, significa guardare in profondità per spiegarlo con semplicità.

Motivo 5: Il Daily Briefing è aggiornamento e materiale per i cittadini

Il Daily Briefing tratterà sempre i lettori come primi ministri e presidenti: sono persone occupate, che prendono decisioni davvero importanti in poco tempo e hanno il diritto di avere le informazioni e le analisi più importanti e più rilevanti.

Motivo 6: Il Daily Briefing non è fatto di notizie, è meglio delle notizie

Rappresenta, in parte, un ritorno all'anima del giornalismo: giornalismo sul campo che difende il pubblico interesse e tiene il potere sotto osservazione.

Dona ora: https://secure.avaaz.org/it/avaaz_diventa_media/?bCEdvab&v=18305

Motivo 7: Avaaz non ha burocrazia

Avaaz è un'enorme rete di cittadini, ma la nostra organizzazione è minuscola: solo 55 attivisti a tempo pieno con supporto tecnologico e operativo. La maggior parte delle grandi ONG globali hanno centinaia o addirittura migliaia di membri dello staff. La nostra dimensione ridotta significa che non abbiamo tempo per cavilli burocratici, gerarchie o per occuparci di qualsiasi cosa che non sia raggiungere i risultati.

Motivo 8: Avaaz viene regolarmente controllata ed è fiscalmente reponsabile

C'è molta paura in giro sull'utilizzo non opportuno del denaro proveniente da donazioni. Molta di questa paura non ha motivo di esitere: la maggior parte delle organizzazioni è piena di buone persone che cercano di fare cose buone. Con Avaaz puoi stare al sicuro, anche perché è richiesto dalla legge che vi sia un controllo ogni 12 mesi. Questi controlli periodici riguardano ogni aspetto dei nostri bilanci e delle nostre pratiche finanziarie. Siamo stati controllati 6 volte da quando abbiamo lanciato l'organizzazione e ogni volta ci è stato assegnato un certificato di ottima salute (per dettagli, clicca qui)

Motivo 9: Avaaz ha una squadra di primo livello che fa un lavoro fantastico

Promuovere campagne, fare pressione sulle istituzioni e promuovere cambiamento sociale sono lavori seri e che richiedono molto: più un team è competente, maggiore impatto avranno le nostre donazioni. Avaaz ha sempre attratto alcuni dei migliori attivisti nel mondo. Molti dei nostri direttori delle campagne si sono uniti a noi dopo essere stati dirigenti di organizzazioni di successo e molti hanno titoli di studio ottenuti nelle più prestigiose università del mondo. Il team del nostro Daily Briefing sarà composto dai migliori scrittori, giornalisti ed editori.

Dona ora: https://secure.avaaz.org/it/avaaz_diventa_media/?bCEdvab&v=18305

Motivo 10: Avaaz è politica (e ciò è davvero importante)

Molte organizzazioni caritatevoli offrono la possibilità di dedurre fiscalmente le donazioni. Ma questo significa che sono, in un certo modo, parzialmente finanziate dai contribuenti e i governi usano questo legame per porre un elevatissimo numero di vincoli su cosa possano e cosa non possano fare. Il maggiore di questi consiste nel restringere cosa possono dire per criticare, supportare o opporsi a un politico. Avaaz è molto diversa poiché non permettendo la deducibilità delle tasse, è lasciata libera al 100% di dire quello che c'è bisogno di dire per fare in modo che i leader ascoltino le persone: un fatto cruciale per mantenere il Daily Briefing indipendente, imparziale e affidabile.

Motivo 11: Come Avaaz, il Daily Briefing sarà un'operazione unica nel suo genere

Avaaz è la prima e sola comunità mondiale composta da diversi milioni di membri, ad alto tasso di tecnologia, che nasce dal basso, che si occupa di tutti i temi ed è genuinamente globale. Nessun altro movimento può rapidamente attivare una pressione democratica di larga scala e coordinata in oltre 193 paesi in 24 ore. Ora, il Daily Briefing potrà essere il nostro prossimo passo nell'infrangere altri record se diventeremo il più letto e condiviso sito web no-profit e dal basso: di sempre e di ogni posto. Ma ciò può accadere solo se 20.000 di noi doneranno quello che possono oggi.

Fai una donazione sicura per dare forza al Daily Briefing di Avaaz:

https://secure.avaaz.org/it/avaaz_diventa_media/?bCEdvab&v=18305



Avaaz.org è un'organizzazione no-profit e indipendente con 15 milioni di membri da tutto il mondo, che lavora perché le opinioni e i valori dei cittadini di ogni parte del mondo abbiano un impatto sulle decisioni globali (Avaaz significa "voce" in molte lingue). I membri di Avaaz vivono in ogni nazione del mondo; la nostra squadra è distribuita in 19 paesi in 6 continenti diversi e opera in 14 lingue. Clicca qui per conoscere le nostre campagne più importanti, oppure seguici su Facebook o Twitter.


Nessun commento: