Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

18 maggio 2012

Appello per la libertà in Iran degli attivisti in difesa dei diritti umani Narges Mohammadi e Nasrin Sotoudeh

 Continua e si fa sempre più dura in Iran la persecuzione dei prigionieri di coscienza e delle collaboratrici del premio Nobel Shirin Ebadi. Dopo l'avvocatessa Nasrin Sotoudeh ora è in carcere Narges Mohammadi, premio Alexander Langer 2009. Sottoscriviamo e diffondiamo l'appello promosso dalla Fondazione Alexander Langer per la loro liberazione.

___

Il 5 marzo 2012 Narges Mohammadi è stata condannata in via definitiva dalla Corte d'appello iraniana a sei anni di carcere per la sua attività in difesa dei diritti umani in Iran. Anche se è così stata ridotta la precedente condanna del 2011 a 11 anni con l'accusa di  essere coinvolta in attività contro la sicurezza nazionale e propaganda contro il regime. Il 21 aprile scorso è stata rinchiusa in isolamento nel carcere di Evin.

Nata nel 1972 a Zanjan, giornalista, ingegnere, fin dagli anni universitari si attiva pubblicamente a favore del rispetto dei diritti delle donne e degli studenti e viene più volte arrestata. Nel 2001 sposa Taghi Rahmani, docente universitario, con cui ha due bambini di 5 anni . Subito dopo il matrimonio, Rahmani viene arrestato,  passa due anni in detenzione ed è ora stato costretto all'esilio.

I ripetuti arresti del marito spingono Narges Mohammadi a denunciare la situazione dei detenuti, in particolare di quelli per reati d'opinione, che vengono reclusi in carcere, in violazione dei più elementari principi del diritto.  Per queste sue accuse viene incarcerata altre due volte. Da queste esperienze, Narges trae forza ed esperienza per assistere i dissidenti imprigionati e le loro famiglie.

Nel 2008 viene eletta presidente del comitato esecutivo del Consiglio Nazionale della pace in Iran di cui fanno parte scrittori, artisti, giuristi, studenti, sindacalisti, rappresentanti delle minoranze etniche e gruppi politici che si oppongono a ogni logica militare o terroristica. Il "National Peace Council" vuole far conoscere al mondo l'esistenza di "un altro Iran" che si oppone a ogni azione violenta, sia all'interno del suo paese che contro il suo paese, e si impegna per costruire pace, sicurezza, stabilità, attraverso la tolleranza e l'amicizia.

Nel 2009, quando riceve il premio Langer, Narges Mohammadi è stretta collaboratrice di Shirin Ebadi, Premio Nobel per la Pace nel 2003, e vicepresidente del Centro dei difensori dei diritti umani.

La Fondazione Alexander Langer Stiftung, Human Rights International, Amnesty International, invitano cittadinanza, associazioni, rappresentanti di istituzioni politiche a firmare e far circolare questo appello per il ripristino dei diritti umani in Iran e la liberazione di Narges Mohammadi, Nasrin Sotoudeh e degli altri prigionieri di coscienza condannati per reati d'opinione.

Le firme raccolte saranno inviate alle presidenze della Camera e del Senato, al Ministro degli esteri del Governo Italiano.

Adesioni / Unterschriften -18-5-2012

Rappresentanti del Senato della Repubblica

PIETRO MARCENARO, MARCO PERDUCA, SILVANA AMATI , FRANCESCO FERRANTE LAURA BIANCONI MARIANGELA BASTICO


Rappresentanti della Camera dei Deputati

ANDREA LULLI, ALESSANDRA SIRAGUSA, SUSANNA CENNI, MARIA LETIZIA DE TORRE, SILVIA VELO, FEDERICA MOGHERINI REBESANI, RAFFAELLA MARIANI, DELIA MURER, LUCIANO PIZZETTI, ANDREA SARUBBI, LUCIA CODURELLI, LUISA GNECCHI, MANUELA GHIZZONI, MATTEO MECACCI, IVANO MIGLIOLI, WALTER VERINI, GIOVANNA MELANDRI, MARIA GRAZIA GATTI, DONATA LENZI, ROSA DE PASQUALE, DONATELLA MATTESINI, AMALIA SCHIRRU, SANDRA ZAMPA, TEA ALBINI, LAURA FRONER, DORIS LO MORO, SANDRO BRANDOLINI, VINICIO PELUFFO, LUDOVICO VICO, MARCO CALGARO,GINO BUCCHINO

 Consiglio comunale di Merano

"Il Consiglio Comunale di Merano, riunito in seduta plenaria il giorno 17.05.2012, sottoscrive all'unanimità l'appello della Fondazione Alexander Langer Stiftung, di Human Rights International e di Amnesty International per la liberazione delle donne iraniane Nasrin Soutudeh e Narges Mohammadi incarcerate per il loro impegno in difesa dei diritti umani in Iran." 18.5.2012

CONSIGLIO REGIONALE TRENTINO ALTO ADIGE SÜDTIROL

CONSIGLIO PROVINCIALE TRENTO

  1. Roberto Bombarda
  2. Mario Magnani
  3. Marco De Paoli, Vice presidente consiglio regionale
  4. Bruno Firmiani
  5. Margherita Cogo
  6. Caterina Dominici
  7. Michele Nardelli
  8. Sara Ferrari
  9. Alberto Pacher, vice presidente Provincia Trento
  10. Gianfranco Zanon
  11. Mattia Civico
  12. Renzo Anderle
  13. Andrea Rudari
  14. Luigi Chiocchetti, assessore giunta regionale
  15. Mario Delladio
  16. Rodolfo Borga
  17. Bruno Dorigatti, presidente consiglio provinciale Tn
  18. Giorgio Lunelli
  19. Michele Dallapiccola
  20. Pino Morandini
  21. Walter Viola
  22. Giorgio Leonardi

 

CONSIGLIO PROVINCIALE BOLZANO

  1. Luis Durnwalder, Presidente Provincia Bolzano
  2. Riccardo Dello Sbarba
  3. Hans Heiss
  4. Veronika Stirner
  5. Josef Noggler
  6. Arnold Schuler
  7. Hochgruber Maria
  8. Georg Pardeller
  9. Elmar Pichler Rolle
  10. Walter Baumgartner
  11. Florian Mussner, assessore giunta provinciale
  12. Christian Tommasini, vice presidente Provincia Bolzano
  13. Roberto Bizzo, assessore provinciale
  14. Mauro Minniti, presidente Consiglio provinciale Bz
  15. Rosa Thaler Zelger, Presidente Consiglio Regionale
  16. Martha Stocker, assessore regionale
  17. Elena Artioli
  18. Hanspeter Munter
  19. Julia Unterberger
  20. Donato Seppi
  21. Maurizio Vezzali
  22. Leitner Pius
  23. Tinkhauser Roland
  24. Egger Thomas
  25. Mair Ulli

 

Alla data del 18. 5 hanno inoltre firmato 145 cittadini, rappresentanti di associazioni, attivisti per i diritti umani, giornalisti-

 

Vi prego di firmare la petizione pubblicata su questo sito e di far girare la comunicazione.
http://www.petizionionline.it/petizione/appello-per-la-liberazione-di-narges-mohammadi/6969


Nessun commento: