Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

7 luglio 2011

EsquiliNotizie del 6 luglio 2011


esquilinonotizie@gmail.com

www.esquilinotizie.org

 

Care amiche e cari amici del rione,

ben trovate/i!

Eccoci di ritorno dopo quasi un mese trascorso comunque a lavorare con molti di voi per il nostro Rione.

Abbiamo organizzato, insieme ad altri, la prima riunione del tavolo partecipato sui problemi di via P Amedeo, ed è stato buon avvio. Ne parliamo ampiamente in questo numero estivo, condividendo con tutti la soddisfazione di vedere un progetto importante che si è messo in moto e inizia a dare i primi visibili risultati, anche se c'è ancora molto da fare e, soprattutto, anche se occorre poi dare continuità e garantire la durata degli interventi.

In queste settimane abbiamo anche gioito per il raggiungimento del quorum in tutti i referendum, altro indizio di risveglio della società civile. Ora occorre che si svegli anche la politica, a partire da quella di prossimità.

In questo nuovo numero presenteremo, come al solito, altre notizie e iniziative che danno forma e sostanza al nostro amato Esquilino.

Buona lettura a tutte e tutti!

 

 

PARTITO NEL MIGLIORE DEI MODI IL TAVOLO PER VIA P AMEDEO

Bene, dopo tanta fatica e passione organizzativa, si è svolta la prima riunione del tavolo partecipato per la risoluzione della complessa e difficile situazione della zona intorno al Mercato Esquilino.

Come sapete, l'iniziativa è stata promossa in marzo da alcune realtà di stampo diverso attive nel nostro rione: da EsquiliNotizie, dal Comitato via Principe Amedeo, dal Comitato Viale Carlo Felice, dal blog Degrado Esquilino, dall'Associazione dei Rioni Esquilino e Monti:un programma la rinascita, e da Cittadinanzattiva, Assemblea "Roma Centro".

L'incontro è stato gentilmente ospitato dall'amico Roberto Cioce nella sala riunioni dell'hotel Napoleon a piazza Vittorio, e ha visto la partecipazione – insieme a quella dei promotori  - dell'Assessore Dino Gasperini per il Comune di Roma; l'Assessore Emiliano Pittueo per Municipio I; la dottoressa Rossella Materazzo, appena nominata nuovo Commissario del Commissariato Esquilino; due militari della Stazione Carabinieri via Tasso; Antonio Lotti come Responsabile AMA centro storico e il suo vice; Stefano Napoli, Comandante I Gruppo Polizia Municipale e suo vice Luigi Cremisini; Anselmo Ricci, delegato del Sindaco per l'Esquilino; Leonardo Carocci e Chiara Pettinelli, Progetto Mediazione Sociale; Massimo Mattei, Associazione Genitori Scuola Di Donato; alcuni rappresentanti del Co.Ri.Me. insieme al suo Presidente, Giancarlo Pompeo. Insomma, un pienone.

 

L'obiettivo di questo primo incontro era la condivisione dei problemi, l'identificazione di un linguaggio comune, la ricerca di soluzioni partecipate, il richiamo alle responsabilità di chi gestisce la cosa pubblica e l'offerta di collaborazione dei cittadini.

 

I temi sul tavolo erano molti: dalla sicurezza pubblica al traffico; dalla sporcizia delle strade e dei marciapiedi alla richiesta di maggiori controlli nel mercato; dalla necessità di un aumento degli interventi di assistenza sociale alla richiesta del recupero di piazza Pepe; dalla richiesta di maggiore illuminazione per la zona intorno al mercato alla necessità di un incremento delle attività che favoriscano la conoscenza reciproca e l'incontro tra culture differenti.

La discussione – preparata nelle settimane precedenti da incontri bilaterali con alcuni dei partecipanti per facilitare il lavoro del gruppo - è stato caratterizzato da ascolto reciproco e disponibilità alla collaborazione su temi concreti, con l'accordo di definire interventi precisi e verificabili, tempi chiari di intervento e responsabilità ben identificate, in modo che i cittadini, oltre a svolgere la propria parte, possano verificare come procede la realizzazione degli impegni presi e trarre delle conclusioni al termine del tempo stabilito.

 

RISULTATI E PROGRAMMI

Riportiamo diffusamente l'esito dell'incontro per consentire a tutti i lettori di farsi una idea precisa di quanto è stato discusso tra i presenti.

Ci si è trovati d'accordo sulla necessità di maggiore integrazione e coordinamento da parte delle istituzioni e dei diversi operatori che operano sul territorio, ma che è anche necessaria la continuità delle azioni di controllo e risanamento per avere parallelamente una cittadinanza che sarà sempre più motivata a partecipare al cambiamento se può osservarlo nel suo sviluppo. Nello specifico è stato concordato quanto segue:

 

1.  Sicurezza pubblica: percezione e dati reali; attività di prevenzione; contrasto a spaccio e ricettazione

Si concorda che occorre lavorare sulla percezione che i cittadini hanno della sicurezza nel rione e portarla ad essere più vicina alla realtà, dal momento che i dati a disposizione segnalano una situazione sostanzialmente sotto controllo e che non deve essere motivo di allarme. E' stata anche in generale approvata l'idea di comunicare periodicamente i dati sui reati in incontri pubblici, anche in comparazione ad anni precedenti e ad altre aree della città. Esiste la consapevolezza di aree critiche all'interno del rione, nelle quali le azioni di prevenzione verranno potenziate grazie anche ad un coordinamento interforze.  Verranno programmati incontri informativi nelle scuole,  nei centri di aggregazione, nei centri anziani per rassicurare e per prevenire piccoli reati ai danni della parte di popolazione più esposta.

Si darà il massimo impulso alle attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti di ricettazione, ma occorre partecipazione civica. Vuole anche riprodurre al meglio l'esperienza fatta a Borgo con il servizio NAE (Nucleo Assistenza Emarginati).

 

Relativamente al Mercato Coperto, viene segnalata presenza di masse consistenti di persone che bivaccano all'interno dell'area del mercato e che porta con sé parecchia microcriminalità. La dimensione del fenomeno è tale da mettere in difficoltà le attività commerciali all'interno del mercato e la serenità dei clienti. Iniziative specifiche verranno discusse in un successivo incontro in quanto il problema è complesso.

 

2.  Controllo del traffico e del parcheggio selvaggio; controllo annonario e igienico del mercato;

Il Comandante Napoli è alla guida del I Gruppo della Polizia Municipale da pochi mesi e sta cercando di riorganizzare le forze che, complessivamente, non sono poche su quest'area.

Abbiamo già ricevuto segnalazioni da parte di diversi cittadini in merito ad una maggiore e più efficace presenza di vigili nel rione e anche nella zona del mercato, ma occorre fare di più e il Comandante è disponibile a studiare interventi, anche in merito ai problemi igienici sul trattamento di alcune merci (carni, per esempio), e ai problemi di traffico e parcheggio fuori controllo al suo esterno. 

 

Per i problemi specifici legati all'inappropriatezza, spesso molto evidente, dello smaltimento dei rifiuti da parte di alcuni operatori del mercato e di negozianti delle strade che si affacciano su via P Amedeo, è necessaria una nuova riunione ad hoc: occorre infatti valutare l'intervento di accertatori dell'AMA che, dopo aver provveduto ad informare e a chiarire tutti gli aspetti relativi allo smaltimento, devono iniziare a comminare sanzioni a coloro che non rispettano le regole. Più in generale andrà discussa e definita con AMA una diversa organizzazione della raccolta intorno al mercato, che comprenda un intervento di supporto per favorire la partecipazione dei commercianti i cui negozi si affacciano su via Principe Amedeo al mantenimento dei marciapiede in condizioni igieniche accettabili.

 

3.  Finanziamento progetto piazza Pepe (area verde e piazza)

La restituzione al mondo civile dell'area verde di Piazza Pepe viene unanimemente identificata come l'elemento chiave per il miglioramento di tutto il quadrante. L'Assessore Gasperini garantisce l'intervento del Comune per il finanziamento della cancellata e l'avvio dei lavori per la realizzazione del progetto – ancora tuttavia in forma di bozza da rifinire rapidamente – che il I Municipio ha sviluppato insieme ad alcune associazioni. Una volta realizzato, sarà gestito da cittadini e associazioni del rione. Su quest'area c'è una grossa aspettativa e ci si augura che gli interventi di risanamento inizino al più presto. Aspettiamo l'approvazione del bilancio del Campidoglio per avere tempi certi.

 

Il Municipio I ha stipulato una convenzione con il ristorante che si affaccia sulla piazza (Cucina Pepe) per la piccola manutenzione e quest'area, insieme al cortile dell'università in via Principe Amedeo, vedranno svolgersi in un prossimo futuro attività culturali e di socializzazione per restituirle alla cittadinanza e garantire così anche maggior decoro e sicurezza.

 

6.  Aumento illuminazione via Principe Amedeo e zone limitrofe

Si è solamente citato che è necessario aumentare l'illuminazione in tutto il quadrante e in particolare in aree critiche che verranno identificate nel prossimo incontro

 

7.  Incremento interventi di prevenzione e di sostegno al disagio sociale, e di attività che favoriscano la conoscenza reciproca e l'incontro di culture differenti

Viene trattato assai brevemente e rimandato per approfondimenti al prossimo incontro. Tuttavia si è denunciata l'estrema carenza di interventi sociali e di mediazione culturale per circa tre anni che ha fatto fare passi indietro alla situazione dell'area e ha lasciato in balia del disagio sociale molte persone. Si concorda che gli interventi sociali devono essere aumentati per evitare che si trasformino poi in problemi di ordine pubblico.

Occorre anche qui integrazione e coordinamento con le realtà che operano sul territorio (per esempio Caritas, invitata a questo tavolo) e Sant'Egidio e l'intervento di mediatori sociali. Questo tavolo deve diventare anche questo momento di coordinamento e di confronto tra diverse esperienze e competenze.

 

Insomma, è opinione condivisa che ci si stia muovendo nella direzione giusta: cittadini, associazioni e comitati hanno messo in moto un meccanismo partecipato che li vede promotori, attori protagonisti e anche "controllori" e collaboratori.

Sta soprattutto a noi ora far sì che le attività avviate siano mantenute nel tempo e potenziate come necessario, che i temi in sospeso siano discussi e vedano delle attività concrete per una vera svolta nel nostro rione.

Possibilmente senza che qualche politico di turno cerchi di sottrarre la primogenitura di questa iniziativa e il merito dei risultati che otterremo insieme, ognuno con il proprio contributo. Sarà l'intera comunità a vincere.

 

 

QUALE VIABILITA' NEL QUADRANTE SUD DEL RIONE?

Riceviamo dall'amico Massimo Livadiotti e invitiamo tutti a partecipare all'interessante iniziativa, senz'altro una nuova occasione per ascoltare, fare domande ed esprimere le proprie idee.

 

"I comitati di viale Carlo Felice e di via Emanuele Filiberto hanno organizzato il 12 luglio alle 18 una riunione/incontro con l'Assessore comunale alla mobilità Aurigemma, l'Assessore comunale ai lavori pubblici Ghera e l'Atac. Il tutto avrà luogo nella sala riunioni dell'Hotel Universo in via Principe Amedeo 5.

Saranno invitati i comitati di zona, consiglieri vari, gli assessori di competenza del Municipio I e i residenti che vorranno partecipare. Si parlerà dei progetti futuri e di quelli imminenti sulla viabilità del quadrante sud/Esquilino e che includono anche il 
sospirato ripristino della linea tranviaria del 3. Spero che verrete in tanti.

Massimo"

 

 

ASSESSORE VISCONTI, CI FACCIA IL FAVORE: STIA CON I PIEDI PER TERRA!

Abbiamo assistito con soddisfazione, nei giorni scorsi, ad un intervento straordinario di pulizia e sistemazione delle siepi nel giardino di Piazza Vittorio. Il nucleo per il decoro urbano (che spesso abbiamo sollecitato ad intervenire con scarsi risultati, per esempio per la rimozione di affissioni abusive sulle colonne della piazza), AMA e la Polizia Municipale, sono anche intervenuti nei confronti di situazioni di bivacco croniche e di degrado di vario tipo. Molto bene, ma vogliamo sottolineare che interventi ordinari regolari rendono non inutili interventi straordinari in grande stile, che però sono più efficaci in termini di comunicazione politica. Infatti, l'Assessore comunale all'ambiente Visconti non ha perso l'occasione – approfittando della mobilitazione dei cittadini dell'Esquilino (vedi articolo precedente) e delle richieste di intervento che essi fanno da anni senza risultati tangibili – per rilasciare dichiarazioni veramente imbarazzanti, quali l'affermazione che, con questi interventi, anche l'Esquilino torna al suo antico splendore. Assessore, ci venga a trovare, glielo chiediamo con la simpatia che abbiamo nei confronti di chi le spara troppo grosse e poi si volta sorridendo pensando "ma che ho detto?", e le faremo vedere quanto c'è da fare per arrivare ad una situazione normale, senza scomodare l'antico splendore di Roma imperiale. L'aspettiamo.

 

 

ATAC….E LE STRISCE PEDONALI? VOLETE L'INCIDENTE?

Notiamo con piacere che i lavori di riasfaltatura intorno ai binari del tram in piazza Vittorio sono stati eseguiti bene e velocemente.

Tuttavia, dopo una settimana dalla loro conclusione, non sono ancora state ripristinate le strisce pedonali lungo tutto il tratto, e parliamo di punti assai critici e normalmente pericolosi che, senza strisce pedonali, possono facilmente diventare fatali: non ci sono più in corrispondenza dell'uscita della fermata della metropolitana, all'ingresso della piazza sull'angolo con via La Marmora e in corrispondenza dell'inizio di via Napoleone III.

Perché fare sempre le cose a metà? Questa trascuratezza in fase di pianificazione degli interventi è inaccettabile. Per favore, intervenite in fretta, prima che ci scappi l'incidente.

Vi informiamo che Cittadinanzattiva Roma Centro ha già formalmente richiesto ad ATAC e al Comune di intervenire, chiedendo aiuto anche al Municipio I. Vi terremo aggiornati.

 

 

 

I GIARDINI DI PIAZZA VITTORIO E L'EUROPRIDE – una risposta      

Riceviamo da Federico e pubblichiamo con piacere il suo commento pieno di passione, certi che nessuno si offenderà.

 

"Scusate, ma non posso proprio non rispondere alle informazioni mistificatrici contenute nella lettera di Massimo Livadiotti riguardo all'EuroPride e le manifestazioni nei giardini di Piazza Vittorio.

Premesso che vivo qui da 40 anni e che avendo un cane frequento almeno tre volte al giorno i suddetti giardini, li conosco praticamente a memoria e tengo notevolmente al loro mantenimento, non vedo proprio cosa avrebbe dovuto distruggere quella porzione dove sono stati messi gli stand dell'EuroPride: ho avuto un soprassalto quando ho letto che "erano stati appena spesi migliaia di euro per risistemare proprio quella porzione di giardino"... e in che cosa li avrebbero spesi? nella lucidatura delle foglie più alte degli alberi??? quella porzione di giardino era in uno stato semplicemente PENOSO e dubito fortemente che la si possa ridurre peggio di quello che era. Ritengo quindi una mistificazione allucinante andare adesso ad imputare agli stand dell'EuroPride una situazione che era degradata da anni con un peggioramento significativo nel corso dell'ultimo anno. Detto questo penso che sarebbe forse il caso di riflettere anche sul senso di un quartiere che vive sicuramente problemi di degrado, di abbandono e di sicurezza ma che rischia di affrontarli ancora una volta nelle maniere più sbagliate e fuorvianti. Se c'è chi vuole che il quartiere diventi un quartiere dormitorio, morto e blindato io voglio dire a chiara voce che Egli non mi rappresenta e non rappresenta tantissime persone che  gli spazi pubblici del quartiere li vivono quotidianamente! Si parla tanto di sicurezza... Ebbene cosa c'è di più sicuro di un quartiere vivo e vissuto anche la sera? La periferia certamente è bisognosa di eventi e manifestazioni ma Piazza Vittorio non è certamente da meno. Come mai nel resto del mondo nei quartieri dove c'è "vita" c'è anche sicurezza? Come mai dove ci sono mercati all'aperto c'è anche pulizia? (ma questo è un vecchio discorso)... Io penso che dovremmo smetterla di continuare a reagire al degrado nelle forme che in questi ultimi anni non hanno fatto altro che aggravarlo, forme che non fanno altro che usare la mistificazione, fare leva sulla paura, imputare costantemente ogni male agli "altri" per fini esclusivamente elettorali e di potere. Un quartiere buio e deserto la notte non può che essere meno sicuro di un quartiere vivace e vissuto, un quartiere dove ci siano occasioni, anche per chi lavora tutto il giorno altrove, per incontrarsi, convivere e confrontarsi. Faccio appello quindi a tutti i cittadini del quartiere perché si creino numerose ulteriori occasioni e manifestazioni come le Notti di Cinema o come l'EuroPride. Riguardo alle frasi dei consiglieri municipali di destra ("Vogliamo anche ricordare che l'Esquilino è considerato in tutto il mondo il triangolo della cristianità e quindi riteniamo offensivi gli atteggiamenti provocatori di chi pensa di poter fare dell'Esquilino un campo di battaglia")  voglio semplicemente aggiungere che da me, che ci vivo da 40 anni, come da tante altre persone in tutto il mondo, l'Esquilino non è considerato "il triangolo della cristianità" ma un bellissimo quartiere multi-etnico, multi-religioso e tollerante in cui si continuano ad affrontare i problemi nella maniera più sbagliata e vorrei ricordargli molto semplicemente che L'ITALIA E' UNA REPUBBLICA LAICA.

 

Federico Carra"

 

Crediamo che l'utilizzo degli spazi pubblici sia importante per mantenere il territorio vivo e vitale, ma che occorra anche buon senso nel definire – in generale – quali attività siano compatibili con alcune aree di un luogo come Piazza Vittorio (quelle seminate, per esempio) e quali forme di tutela contrattuale debbano venire prese perché, nella peggiore delle ipotesi, gli eventuali danni siano veramente rimborsate e le aree danneggiate ripristinate al più presto. Non è così difficile, no? Qualcuno vuole ricordarlo ai nostri amministratori?

 

 

"IL GIARDINO TRA LE RIGHE E' DI NUOVO PER NOI!"

L'Associazione Culturale TRAleVOLTE è lieta di invitarvi alla terza edizione della rassegna

"Il Giardino tra le righe"

La manifestazione caratterizzata dall'incontro tra musica dal vivo e lettura si svolgerà, come negli anni precedenti, nel giardino del convento dei Passionisti alla Scala Santa, un antico spazio verde monastico nel quale si intrecciano gli interventi creativi di vari artisti contemporanei, in un'oasi di frescura e pace che si staglia nel centro di Roma

 

14 luglio -   Brani tratti da opere di Giuseppe Giusti, Antonio Fogazzaro, Edmondo De Amicis, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Gabriele D'Annunzio, Giuseppe Ungaretti. Segue la proiezione di "Amore e ginnastica" del 1973, regia di Luigi Filippo D'Amico, tratto dall'omonimo romanzo di De Amicis.

 

21 luglio - La seconda serata ripercorrerà l'unità letteraria dell'Italia con brani da "Piccolo mondo antico" di Antonio Fogazzaro, da "Se questo è un uomo" di Primo Levi, poesie di Giuseppe Ungaretti, il discorso di Piero Calamandrei sulla Costituzione.

 

A cura di Francesco Tarquini  e  Fiorella Magrin. Letture di Vittorio Viviani

Ogni incontro sarà animato da interventi musicali dello "Skatò" Saxophone Quartet:

Pierluigi Pensabene Buemi Sassofono Soprano, Francesco Dimotta Sassofono Contralto, Renato Trombì Sassofono Tenore, Antonio Di Padova Sassofono Baritono

 

Giardino della Scala Santa - piazza di porta San Giovanni, 10

ingresso libero dalle ore 19,00

inizio letture              ore 19,30

proiezione film          ore 20,45

 

Associazione Culturale TRAleVOLTE - Piazza di Porta San Giovanni, 10

Tel e fax 0039 06 70491663 - tralevolte@yahoo.it - http://www.tralevolte.org

 

 

TORNA IL CINEMA ALL'APERTO IN PIAZZA VITTORIO                 

Come avrete certamente già visto, sono in fase finale di allestimento le due sale all'aperto per il cinema sotto le stelle di Piazza Vittorio.

Siamo contenti che questa iniziativa si ripeta, anche se in ritardo rispetto allo scorso anno a causa del tardivo bando emesso dal Comune per l'estate romana 2011: migliaia di romani e non solo frequenteranno la piazza mantenendola viva e vigilata in modo civile (senza divisa). Certamente potrebbe esserci più attenzione da parte degli organizzatori soprattutto in merito alle emissioni sonore (perché non installare altoparlanti più piccoli orientati verso il pubblico anziché verso i palazzi?) e alla qualità estetica delle reti che impediscono di vedere il film "agratis" dall'esterno (ma non c'è proprio nulla di più decoroso?). Sono dettagli importanti che andranno discussi con il Comune in vista dell'edizione 2012, ma intanto godiamoci il fresco al cinema di Piazza Vittorio dall'8 luglio. Ci vediamo lì.

 

 

CORSO GRATUITO L2 PER DONNE MIGRANTI – CIDIS ONLUS

Riceviamo da Angela e con piacere pubblichiamo

 

"Cari tutti

Spero di fare cosa gradita segnalandovi che Cidis Onlus, nell'ambito del progetto Femminile Plurale, sta attivando un nuovo corso gratuito di L2 per donne migranti di livello intermedio, finalizzato al superamento del test di lingua italiana per l'ottenimento del pds di lungo periodo.

Il corso ha una durata di 50 ore e le lezioni si terranno il mercoledì dalle 15.00 alle 17.00, dal 6 luglio al 9 novembre. Il corso si terrà presso Cidis, in Via Merulana 272 (metro Vittorio Emanuele). Per iscrizioni ed informazioni chiamare lo 06483066 oppure  3206063518.

Spero possiate diffondere questa informazione.

Allego volantino e rimango a disposizione per ogni eventuale chiarimento e informazione.

Buon lavoro

Angela Giallorenzi"

Cidis Onlus Roma

Via Merulana 272, 00185 – Roma  Tel/fax: 06483066  www.cidisonlus.org

 

 

QUELLI CHE CROCIFIGGONO I PLATANI DI VIA MERULANA

Speravamo che non accadesse di nuovo…

Gli organizzatori della celebrazione del "Corpus Domini" hanno nuovamente inchiodato gli altoparlanti a decine di platani in via Merulana, in violazione delle norme vigenti. Sono intervenuti gli agenti della Polizia Municipale dopo che cittadini e associazioni hanno segnalato il fatto ai centralini e sono arrivati fino al Comandante del I Gruppo che è intervenuto a sanzionare, ma il Comune, avvisato per tempo, non ha avuto il coraggio di fare il proprio dovere, e cioè rimuovere gli altoparlanti illegali prima della processione. Vergogna di nuovo per non aver fatto rispettare le regole a chi, forse, è troppo potente per il nostro Sindaco.

 

Pubblichiamo con piacere una lettera di Roberto

"Ho seguito un Gruppo di uomini e donne mentre appendevano questa sera i volantini di protesta contro la crocifissione dei platani di via Merulana.
Sì, crocifissione, perché proprio in occasione della processione del Corpus Domini, la ditta che si occupa dell'installazione degli altoparlanti lungo tutto il tragitto – nonostante sia illegale, danneggi gli alberi e sia già stato segnalato lo scorso anno – non ha trovato di meglio che inchiodarli ai platani con chiodi di 10-15 cm. E' stato segnalato il fatto al Comandante del I Gruppo della polizia municipale, al centralino dello stesso gruppo, al dipartimento del Comune, ma nulla è successo.
Fa però piacere vedere cittadini che, usciti dal lavoro, di armano di fogli e nastro adesivo trasparente e intervengono a difesa di valori collettivi e della legalità. Centinaia di fogli in corrispondenza dei luoghi più frequentati e di transito di via Merulana.
Vi assicuro, l'ho visto, non è facile trovare uno spazio libero in mezzo a migliaia di affissioni abusive di ogni tipo, macchine sui marciapiedi e sulle strisce pedonali, sporcizia per terra dappertutto, manifesti sui muri (hanno rimosso nelle settimane scorse solo quelli a supporto dei referendum, ma il faccione di Bondi incollato sui muri di mezza Roma da casa pound (minuscolo) è ancora lì, da mesi. Quelli non li ha rimossi nessuno. Mah.
La gente fermava i volenterosi, discuteva e capiva: cosa interessante, nessuno si era reso conto di questo altro pezzetto di illegalità che sembra minore, ma è parte dell'insieme che fa sempre di più la nostra città una giungla senza regole.
Per fortuna la gente si sta svegliando e fa quello che serve: parla con gli altri e li aiuta a vedere meglio e a tempestare di chiamate e lettere le autorità che non intervengono. Avanti così, resisteremo un giorno di più degli altri.
Roberto"

 

 

NUOVO CORSO DI ITALIANO PER IMMIGRATI

Riceviamo da Angelo De Florio e con piacere pubblichiamo

 

"A cominciare da mercoledì 6 luglio alle ore 20.00, e poi i venerdì ed i lunedì alla stessa ora l'Associazione "Italia-Bangladesh: Villaggio Esquilino Onlus", aderente alla Rete Scuolemigranti, in collaborazione con "l'Associazione Culturale Piazza Vittorio" organizza in Piazza Vittorio Emanuele II,12a (accanto alla chiesa di Sant'Eusebio) un corso d'Italiano A2 per cittadini  immigrati.

 

Il corso sarà sospeso dal 6 e riprenderà lunedì 29 di agosto,e continuerà sino ad ottobre,allorchè si terranno gli esami.

 

Grazie dell'attenzione 

 

Angelo"

 

 

CAMPAGNA ABBONAMENTI DELL'AMBRA JOVINELLI

E' tornato l'Ambra Jovinelli con la prima grande e ufficiale campagna abbonamenti promossa dalla nuova gestione.

 

Cultura e divertimento, un'unica parola d'ordine che descrive  il nuovo cartellone: dalla commedia classica ai concerti, dal cabaret alla black comedy; grandi attori, registi e musicisti ci accompagneranno  nel nostro primo lungo viaggio dopo la riapertura in grande corsa  del dicembre dello  scorso anno.

 

La campagna abbonamenti è aperta fino al 23 luglio e dal 5 settembre all' 8 ottobre

 

ABBONATI ENTRO IL 23 LUGLIO E OTTERRAI  OLTRE IL 15% DI SCONTO!

Clicca qui per scoprire le straordinarie offerte!

http://www.ambrajovinelli.org/abbonamenti.php

 

Il botteghino è aperto dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 19

 

 

PAESESERA CI LEGGE E VUOLE DARE VISIBILITA' ALLE NOSTRE CAMPAGNE

Con un po' di orgoglio e molto piacere pubblichiamo questa lettera inviataci dal Direttore di PaeseSera

 

"Cari amici di Esquilinotizie, siamo interessati a rilanciare le vostre iniziative e a stabilire un rapporto di collaborazione. Grazie e a presto. Enrico Fontana"

 

 

UNA RIFLESSIONE SUL DRAMMATICO PESTAGGIO NEL RIONE MONTI

Riceviamo da Daniela – nostra lettrice e attiva residente del nostro rione - e pubblichiamo ringraziando per la sensibilità, spaventati dalla piega che la vita notturna sta prendendo nella nostra città

 

"Salve,

mi chiedo se non sarebbe giusto scrivere un comunicato di esecrazione dell'episodio accaduto a Monti, dove un ragazzo di 29 anni è stato picchiato e ridotto in fin di vita per "futili motivi" come si dice. L'episodio contrasta pesantemente con le parole rassicuranti dell'attuale sindaco e della sua giunta sulla sicurezza dei cittadini (chi ha potuto sentire il TG3 delle 14 di oggi se ne è potuto rendere conto). C'è però anche qualcos'altro in questo episodio che io vorrei segnalare perché mi crea un profondo disagio. Dove erano i proprietari del locale dove il ragazzo ha suonato mentre quest'ultimo veniva massacrato di pugni ? E dove erano gli abitanti del quartiere? Sarà vero come diceva, più o meno,  Don Abbondio che " il coraggio uno non se lo può dare se non ce l'ha" ma per esempio si può semplicemente gridare "Arriva la polizia!" senza nemmeno scendere di casa. Io ho potuto constatare che funziona in più di un caso. Chi si trincera dietro risposte del tipo: non se ne può più, si ubriacano e fanno casino  ogni giorno facendo di tutta l'erba un fascio, mi sembra francamente molto ipocrita. Ecco vorrei che si organizzasse un dibattito in torno al tema della paura (paura di reagire, paura di esporsi) ma anche intorno al tema della solidarietà. Che ne dite?

Buona giornata

Daniela"

 

E' con sconcerto che abbiamo potuto vedere i filmati del selvaggio pestaggio: molti cittadini erano presenti e la prima cosa che è venuta loro in mente è stato di accendere il telefonino e riprendere la scena. Ora abbiamo un ragazzo moribondo al San Giovanni e molti aspiranti registi a piede libero.

 

 

CASERME DA DISMETTERE, SCUOLE E PALESTRE DA SOSTENERE

"Cari Roberto e Emma,

vi scrivo per segnalare una importante iniziativa che si terrà Domenica 10 luglio alla festa dell'Unità a Caracalla.

L'appuntamento vuole essere un momento di riflessione e di confronto a livello cittadino su una mobilitazione che crediamo sia molto significativa per la nostra città.

Come saprete, con una delibera del Comune di Roma, si prevede la dismissione di alcune caserme in tutta la città, una di queste è in via Sforza a due passi da Santa Maria Maggiore.

Noi chiediamo che l'utilizzo di questi spazi sia pubblico (ad esempio a due passi dalla caserma che si dovrà dismettere nel nostro rione c'è la scuola Baccarini che non ha la palestra e noi chiediamo che lo spazio venga utilizzato anche per fornire alla scuola ed al rione uno spazio per l'attività sportiva).

Il PD del primo municipio ha avviato una campagna di ascolto, tramite questionari, per chiedere ai cittadini cosa vorrebbero venisse fatto in questi spazi e la mobilitazione continuerà subito dopo agosto.

Il PD Esquilino è impegnato in questa mobilitazione e chiediamo a tutti i cittadini e le associazioni di sostenere la proposta di uso pubblico degli spazi dismessi.

 

Emiliano Monteverde - Segretario PD Esquilino "

 

Il programma dell'appuntamento

Se la città non è una caserma. Spazio urbano, bene comune.

Festa dell'Unità di Roma, Palco Caracalla
Domenica 10 Luglio 2011 - Ore 20:00

Intervengono:

Domenico Cecchini, Presidente INU Lazio
Francesco Cellini, Preside Architettura Roma Tre
Mario Ciarla, Coordinatore PD Roma
Simone Ferretti, Ufficio Studi Campo Trincerato
Sandro Medici, Presidente Municipio X

Coordina:
Andrea Casu, Segretario PD Primo Municipio

 

 

PUNTO EINAUDI MERULANA PROPONE

Riceviamo dagli amici del Punto Einaudi del nostro rione e volentieri invitiamo i lettori a visitare il negozio per le offerte estive

 

Gentile Lettore/trice,                      

dal 1 giugno al 31 luglio il nostro Punto Einaudi applicherà lo sconto del 25% su tutti gli Einaudi Tascabili.

Dalla  'A' di Ariosto degli ET Classici alla 'Z' di Ziarati degli ET Scrittori: l'amore per i libri da oggi costa  il 25% in meno.  

Ma anche ET Saggi, ET Poesia, ET Teatro e molto altro.

In più, con il ContoAperto Einaudi, Lei può arricchire la Sua biblioteca personale:  

scegliendo subito tutto ciò che Le interessa, pagandolo un po' per volta, mantenendo sempre lo sconto sui tascabili.

Saremo lieti di accoglierLa nel Punto Einaudi Merulana per illustrarLe i dettagli dell'offerta, ascoltare le Sue richieste e "contagiarLa" con la nostra passione per i libri.

La aspettiamo

Danilo Ascareggi

Roberta Benvenuto

 

 

IL NUOVO PIANO REGOLATORE SOCIALE DEL I MUNICIPIO

Riceviamo da Letizia Cicconi in merito all'avvio dei lavori del Nuovo Piano Regolatore Sociale del I Municipio e pubblichiamo con piacere

 

"… In una situazione di tagli lineari di bilancio sulle politiche sociali  che  dal livello nazionale si traducono in  ristrettezze di  bilancio negli enti  locali, si riscontra un ampia partecipazione di associazioni e cittadini  che intendono  continuare a impegnarsi  sui  temi del sociale. L'impoverimento dei  cittadini, le nuove  povertà , la sfida dell'integrazione impongono scelte condivise ed una seria campagna d'ascolto sul territorio. A questo appuntamento ci siamo preparati con  convinzione competenza, anche se dal livello comunale finora  poco o nulla è stato fatto per la redazione dei piani: apriamo in questo modo una vertenza politica contro la visione  delle politiche sociali dell'Amministrazione Comunale e del Governo e continuano  a tagliare  laddove c'è maggiore bisogno, senza nessun rispetto per le fasce più deboli, ledendo i diritti inalienabili, consegnandoci ad un paese più impoverito e  meno solidale. Sono già  stati previsti altri cinque incontri che andranno,  dagli anziani, alla casa, alle politiche  giovanili, all'integrazione, ad al lavoro. Mi aspetto  quindi  la stessa partecipazione, nella consapevolezza che  dal basso vengano proposte innovative  e realizzabili. Le varie assise resteranno poi comunque  aperte  alla discussione sul territorio ed in continuo aggiornamento per permettere al Municipio di monitorare continuamente i servizi ed i nuovi bisogni.

Letizia CICCONI"

 

 

BISOGNA AVERE GLI AMICI GIUSTI, TALVOLTA!

Riceviamo da Antonio Federico e pubblichiamo con piacere e curiosità, sperando di conoscerlo presto di persona e contare sul suo contributo di vita nel rione.

 

"Ho avuto modo di apprezzare il vostro notiziario, grazie ad un amico che vi ha inviato la mia e-mail: ho ricevuto finora i "numeri" dell'8, 20 e 31 maggio e del 9 giugno u.s.

Gradirei ricevere tutti i numeri mancanti (quando avete cominciato?), perché

all'Esquilino sono nato e ho sempre abitato, e perché il rione costituisce oggetto di studio da parte mia da oltre quarant'anni: per la mia tesi di laurea in architettura nel lontano 1974, per diverse pubblicazioni e per la  mia attività di funzionario della Soprintendenza Archeologica di Roma.

Vi ringrazio sin d'ora,  e mi auguro di poter collaborare quanto prima alla vostra iniziativa volta a migliorare la conoscenza e la vivibilità di questa parte di Roma.

Antonio Federico Caiola"

 

_____________________________________________________________

FUORI ORARIO

Questa rubrica si occupa di segnalare appuntamenti che non abbiamo fatto in tempo a promuovere ma che, per il tema trattato, meritano di essere portati comunque alla vostra conoscenza per eventuali approfondimenti successivi.

 

Libertà, Piazza, Etica, Leadership... otto lezioni sulle parole della politica – fino al 7 luglio

 

Libertà, Etica pubblica, Identità, Piazza, Leadership, Visibilità, Memoria, Minoranza. Eccole, le Parole della Politica che sono alla base del dizionario democratico. Ma siamo sicuri di conoscerne il significato? E, soprattutto, siamo certi di condividerlo questo significato? Otto incontri e altrettanti studiosi affronteranno otto diversi termini del lessico politico. E mai come oggi, dopo un diluvio di vocaboli, espressioni, citazioni da elezioni amministrative e referendum, è necessario mettere ordine nel linguaggio che è alla base del dibattito politico. Con "Le parole della politica" (ideazione e progettazione Laterza, in collaborazione con La Repubblica e il sostegno della Provincia) riprende il laboratorio già iniziato lo scorso anno con Enzo Bianchi, Stefano Rodotà, Nadia Urbinati...

 

Dal 16 giugno al 7 luglio nella Sala Petrassi dell'Auditorium Parco della Musica, per quattro settimane, otto parole saranno il filo rosso per discutere e trovare le chiavi di lettura del nostro tempo. "Anche parole classiche, come per esempio, libertà - spiega Giuseppe Laterza - richiedono ogni tanto una messa a punto. E' un termine abusato, la pubblicità lo applica perfino alle scarpe. Per questo abbiamo chiesto a Gustavo Zagrebelsky di partire dalla Costituzione per spiegare che cos'è veramente la libertà".

 

Il professor Zagrebelsky aprirà il ciclo il 16 alle 20.30, seguito da Barbara Spinelli che invece affronterà un altro tema a dir poco di attualità e cioè l'"Etica pubblica". "Ci sono termini come "visibilità" - continua Laterza - che hanno accezioni completamente nuove. Dieci anni fa l'associazione sarebbe stata con i 'fari antinebbia', oggi immediatamente pensiamo al politico che cerca spazio nei media, che vuole comunque apparire".

 

E ad occuparsi di "Visibilità" sarà Michela Marzano il 30 giugno, subito dopo Sofia Ventura che invece affronterà il tema "Leadership": "Oggi è tanto utilizzata - commenta Nicola Zingaretti, presidente della Provincia - si sentono tutti leader. Secondo me la vera leadership è di quelli che hanno la forza, l'intelligenza e l'umiltà di essere utili alla propria comunità, interpretandone i bisogni più profondi e indicando le soluzioni migliori".

 

Miriam Mafai racconterà invece la "Piazza" (giovedì 23, dopo Remo Bodei che illustrerà l'"Identità"). "La parola è rimasta sempre la stessa, ma l'idea che adesso ne abbiamo è completamente diversa da quella di 30 anni fa - sottolinea Giuseppe Laterza - le assemblee, i cortei, i comizi e quindi idealmente "le piazze", dipendono dai media: anche gli orari sono in funzione delle dirette". Il 7 luglio, giornata conclusiva, Benedetta Tobagi analizzerà la "Memoria" e Corrado Augias la "Minoranza". Tutte le lezioni sono introdotte da Vladimiro Polchi.

 

Auditorium, Sala Petrassi ore 20,30 informazioni su www. auditorium. com; www. laterza. it, oppure 0680241281 Biglietti 8 euro.

 

 

---------------------------------------------------------------------------------

NOTIZIE MIGRANTI

 

Riceviamo dall'amico Sergio Briguglio e con piacere pubblichiamo per gli interessati

 

Cari amici,
alla pagina http://www.stranieriinitalia.it/briguglio/immigrazione-e-asilo/2011/luglio/manuale-normativa-15.html potrete trovare la versione del manuale sulla normativa aggiornata al 30 Aprile 2011.
A quest'ultimo aggiornamento hanno collaborato Paola Donati, Maria Grazia Krawczyk e Chiara Valeri, che ringrazio. Saro' grato anche a chi mi segnalera' errori e lacune.
Vi segnalo, infine, che in Commissione affari costituzionali, alla  Camera, e' iniziato l'esame del disegno di legge di conversione del decreto-legge 89/2011 (a.c. 4449).

Cordiali saluti
sergio briguglio

 

 

"IMMIGRAZIONE OGGI" INFORMA

Riceviamo anche da Immigrazione Oggi una comunicazione che pensiamo possa interessare a parecchi

 

Il decreto legge n. 89/2011 con le nuove regole per l'allontanamento degli stranieri e le strategie difensive: un seminario pomeridiano sulla webtv di Studio immigrazione

L'evento, trasmesso il 21 luglio, per approfondire il provvedimento del Governo con i principali esperti del diritto dell'immigrazione.

 

A due mesi dalla sentenza della Corte di Giustizia dell'Unione europea che ha bocciato le procedure di allontanamento degli stranieri previste dal testo unico immigrazione perché in contrasto con la direttiva 2008/115/CE, il Governo ha emanato il decreto legge 23 giugno 2011, n. 89 per adeguare la normativa nazionale alla direttiva 115. Il decreto legge prevede anche importanti modifiche al decreto legislativo n. 30 del 2007 sulla libera circolazione dei cittadini comunitari.
Per approfondire "a caldo" il provvedimento del Governo che in questi giorni è all'esame della Camera dei Deputati per la conversione, Studio immigrazione, l'editore di ImmigrazioneOggi, Immigrazione.it e Gli Stranieri, ha organizzato il seminario di approfondimento "Il decreto legge n. 89/2011: nuove regole per l'allontanamento degli stranieri e le strategie difensive" rivolto a tutti gli operatori del diritto interessati alla materia dal titolo.

Per garantire la più ampia partecipazione a livello nazionale i lavori sono trasmessi in diretta webtv dal Centro produzione di Studio immigrazione.  

Il seminario sarà coordinato dal prof. Giandonato Caggiano, docente di Diritto dell'Unione europea presso l'Università Roma Tre, condirettore della rivista Gli Stranieri. L'impianto generale del decreto legge sarà illustrato dal dott. Paolo Pomponio, direttore reggente del Servizio immigrazione del Dipartimento della PS del Ministero dell'Interno. Dopo il punto di vista "istituzionale", il prof. Paolo Morozzo dalla Rocca, docente di Diritto civile all'Università Carlo Bò di Urbino, condirettore della rivista Gli Stranieri, svolgerà una approfondita analisi degli aspetti più critici del decreto legge. Il terzo intervento tratterà nel dettaglio gli istituti più innovativi, quali i provvedimenti del questore soggetti alla convalida del giudice di pace e le nuove fattispecie penali affidate alla sua competenza; l'analisi, ratione materiae, sarà svolta congiuntamente dagli avvocati Alberto Bargero e Tommaso Cataldi, appartenenti all'ufficio del Giudice di Pace di Milano. L'ultima relazione sarà a cura di Luigi Migliaccio, avvocato in Napoli, e sarà incentrata sulle possibili strategie difensive, sostanziali e procedurali, da mettere in campo a tutela dei diritti degli stranieri.

 

Il seminario sarà trasmesso in diretta il 21 luglio, dalle 14,00 alle 19,00; i partecipanti potranno porre quesiti ai relatori mediante il sistema di messaggistica interno alla piattaforma ed al  termine dei lavori potranno ottenere un attestato di partecipazione. Informazioni ed iscrizioni on line in www.studioimmigrazione.it  TERMINE ULTIMO PER LE ISCRIZIONI: 16 LUGLIO 2011. (Red.)

 

ImmigrazioneOggi - Via del Giglio 3, 01100 Viterbo -

redazione@immigrazioneoggi.it

 

 

 

                                                                                                                                                                                                      

A cura di Emma Amiconi e Roberto Crea

 

Ricordiamo che questo notiziario è a disposizione di tutti i nostri lettori. Chi vuole può stamparlo in proprio e diffonderlo a chi crede. E i nostri lettori commercianti, per esempio, possono stampare in proprio il bollettino, e anche affiggerlo nel negozio o in vetrina, ed i residenti nel proprio condominio, se consentito. Non ci offendiamo, anzi è cosa utile e buona, che aiuta la coesione del rione.

Criticate, suggerite, segnalate, inviateci le email di altri residenti interessati alle nostre tematiche, a metà tra il politico-sociale e la chiacchiera di quartiere.

Perché l'Esquilino è il rione più bello di Roma!

 

Per scriverci (ed eventualmente richiedere i numeri arretrati): esquilinonotizie@gmail.com

Visitate anche il sito www.esquilinotizie.org

 

Per chi fosse interessato anche a ricevere e/o contribuire al bollettino Celio Notizie, nostro fratello maggiore, segnaliamo l'indirizzo mail: comitatocelio@libero.it




Nessun commento: