Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

3 ottobre 2010

comunicato stampa dal COMITATO ACQUA POTABILE

Per supplire alla mancanza di una seria informazione dei cittadini da
parte delle istituzioni preposte, sulla gravità della situazione,  la
redazione di BLOB, rubrica televisiva di RAI  TRE,  ha svolto una
breve inchiesta sull' inquinamento del lago di Vico e dell'acqua
distribuita dagli acquedotti comunali di Ronciglione e Caprarola, che
viene trasmessa da RAI TRE DOMENICA 3 ottobre 2010 ore 20,00


L'importanza di una corretta informazione è alla base della democrazia.
Di questo assunto, purtroppo,  i nostri amministratori non ne sono a
conoscenza o lo ignorano tranquillamente tentando di non vedere e
non sentire.
Infatti si comportano in maniera irresponsabile e continuano a giocare
sulla pelle della gente.

Come possono dormire sonni tranquilli, quando sanno bene che è in
rischio la salute di altri esseri umani?
Chi pagherà i danni alla salute dei cittadini che l'inquinamento del
lago di Vico potrebbe aver provocato, anche grazie ad una informazione
istituzionale distorta e confusa?
Chi pagherà i danni alla collettività per l'economia del paese che va
in rotoli, grazie all'inquinamento del lago di Vico?

Purtroppo non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire, continuando
così omertosamente a rendersi correo di comportamenti vergognosi.

Come si fa a mettere a tacere la propria coscienza, facendo finta che
il problema non esiste, solo perché esiste da tempo?
E' una domanda che rivolgiamo a tutti: cittadini, medici, amministratori e
istituzioni?
Per noi è impossibile! … quindi non possiamo far altro che insistere
nelle nostre richieste, prima fra tutte: le amministrazioni comunali di
Ronciglione e Caprarola diventino serie e se vogliono veramente la
tutela della salute dei cittadini, prendano in considerazione le indicazioni
avanzate dalla ASL, che vanno applicate poiché provengono dall'ente
che per legge stabilisce la potabilità e la balneabilità dell'acqua, dopo
aver esaminato le analisi presentate dai gestori e dall'ARPA.

Riscriviamo quindi per l'ennesima volta, sperando che i finti sordi
sentano e i finti ciechi vedano, alcuni passi della lettera datata 8
luglio 2010 inviata ai Sindaci di Ronciglione e Caprarola, dalla ASL
Dipartimento di Prevenzione Igiene e Sanità pubblica Sez.4  e
U.O.S.D. SIAN Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione .

 "Sono pertanto da adottare ancora misure provvisorie della gestione
del rischio, necessarie al momento per raggiungere un livello elevato
di tutela della salute che si compendiano nelle azioni di limitazioni
d'uso dell'acqua erogata al consumo umano condizionatamente derivante
dal lago di Vico, come appresso indicato:

a) divieto d'uso potabile, cioè quale bevanda abituale;
b) divieto d'incorporazione in alimenti prodotti da industrie alimentari;
c) divieto di utilizzo per la cottura di alimenti di consumo familiare
e nelle attività di ristorazione collettiva
(ciò è sancito da uno studio "Toxic Cyanobacteria in water"
– autori Corus and Bartram – OMS 1999, che conferma la resistenza
delle ciano tossine alla bollitura prolungata)" .
Ed ancora:
"Stante l'applicazione del principio di precauzione come sopra
enunciato, è opportuno che la S.V. disponga l'espletamento di un
approvvigionamento idrico alternativo mediante l'utilizzo di acqua
idonea al consumo umano erogata da autobotte al fine di poter
garantire un livello essenziale di assistenza alla popolazione, in
alternativa alle limitazioni d'uso imposte per l'acqua; tutto ciò in
applicazione della proposizione contenuta negli articoli 248 e 218 del
Testo Unico delle Leggi Sanitarie di cui al R.D. 1265/34, nell'art.4
del D.L.vo 31/2001 e dal Regolamento CE 178/2002".


02 ottobre 2010
Comitato acqua potabile c/o ADUC Ronciglione
Tel.0761626783 – 3683065221
 Email comitato.acqua.potabile@gmail.com
Via Resistenza, 3 – 01037 Ronciglione VT



1 commento:

Anonimo ha detto...

possibile che le autorità siano così cieche, verso un problema così importante, da non fare niente , anche solo una smentita e dimostrare(se c'è ) che non si stà in questa situazione come si dice.