Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

27 aprile 2010

Roma, 28 aprile 2010 - Tavola Rotonda: "Il movimento glbtqi e la società"







Carissimi tutti,

noi, donne e uomini di "Nuova Proposta, donne e uomini omosessuali cristiani" abbiamo il piacere di invitare tutti voi, in rappresentanza delle varie associazioni glbtqi, alla tavola rotonda che abbiamo organizzato all'interno del programma 2009/2010, centrato sulla fecondità della persona omosessuale.
L'abbiamo intesa come un momento di confronto per capire come e se è posibile essere maggiormente fecondi, all'interno del movimento, per promuovere con maggior efficacia le istanze e le richieste di diritti per la comunità glbtqi, e favorire l'informazione.
Capirete come, per esigenze di tempo, non stato possibile estendere (benché sarebbe stato estremamente interessante) la lista dei relatori a tutte le associazioni, ma ciò non toglie che sia auspicabile una presenza variegata con possibilità di intervenire dalla platea con domande e stimoli, sempre con l'obiettivo di avere un confronto sereno e costruttivo.
Vista la rilevanza dell'appuntamento, vi preghiamo di aiutarci a diffondere la notizia e di partecipare tutti!
Grazie!
Andrea Rubera (per Nuova Proposta)
qui la locandina e alcuni razionali sulla tavola rotonda e il programma.



Il movimento glbtqi e la società : come acquistare efficacia nel supportare le istanze delle persone omosessuali, transessuali e intersessuali presso la società e i media?


La difficoltà dell'affermazione della "questione omosessuale e transessuale" è generata solo dal pregiudizio e dall'omofobia, difficili da scalfire, oppure ci sono anche delle dinamiche interne al movimento che possono essere smussate per invertire questa situazione di stallo?

Il linguaggio e la comunicazione utilizzati all'interno del movimento glbtqi sono forse autoreferenziati, comprensibili e metabolizzabili solamente dalle persone
glbtqi stesse? E' possibile un lavoro che porti a comunicare con la società parlando un linguaggio che sia facilmente metabolizzabile, senza snaturare la propria identità?

E' arrivato il momento, come movimento glbtqi nel suo complesso, per serrare le fila, fare massa critica e trovae un minimo comun denominatore su cui lavorare in maniera convergente?

A queste e ad altre domande tenteremo di dare una risposta nel corso della Tavola Rotonda, organizzata da noi di "Nuova Proposta, donne e uomini omosessuali cristiani", perché in quanto cristiani crediamo fermamente nel dialogo, nel confronto e nel costruire insieme, nel potenziale di fecondità del movimento glbtqi, nella contaminazione della società, nella formazione e informazione.

Nessun commento: