Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

14 febbraio 2008

un motto per l'Italia? scegliete, c'è posto!!!!

da http://www.corriere.it/appsSondaggi/pages/corriere/d_1970.jsp

Grande (troppo grande!) successo di "Un motto per l'Italia".
Sono arrivati circa quattromila suggerimenti: tutti interessanti, molti esilaranti, alcuni geniali. Scelta difficilissima, a cura della redazione e di Beppe Severgnini.
Ecco, in ordine alfabetico, i quindici finalisti (con l'indicazione degli autori, così come è stata fornita). Avete TRE giorni di tempo per votare, tra questi, il nuovo "Motto per l'Italia". Premiazione in diretta-video VENERDI' 15 FEBBRAIO ORE 16.

  • Abbiamo un problema (Peter)
  • Aspetta e spera (Emanuela Magni)
  • Bolliti Misti (Virginia Boldrini, Udine)
  • Chista casta costa (Francesco Berardino)
  • Dipende (Narno Pinotti)
  • Innocenti Evasori (Fabrizio Gualdesi)
  • La bella addormentata nel losco (Donato Loscalzo)
  • L'Italia è fatta...Ma chi è il pusher? (Paolo Morganti)
  • L'Italia s'è mesta (Giulia, Cagliari)
  • Mad in Italy (Lupo)
  • Motto che parla (la 88)
  • Poi vediamo (Giovanni Chieffallo)
  • Potrei ma non voglio (Marco Alciator)
  • Tanto poi mi pento (Cesare Gigli)
  • Usi a disobbedir tacendo (Gian Maria Raimondi)

Nessun commento: