Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

24 maggio 2015

INVITO ALLA CONFERENZA PUBBLICA: La scuola del rispetto e della diversità: chi ha paura del gender?

Da circa un mese è nato a Verona un raggruppamento di cittadine e cittadini per rispondere alla dilagante omofobia militante organizzata. Dalle Sentinelle in piedi alle moltissime conferenze contro la "Teoria del Gender". Un invenzione della destra cattolica omofoba per creare disinformazione ed odio verso le persone LGBT. Stanche di questa situazione un gruppo di persone LGBT e non, associazioni, gruppi, femministe e studenti, hanno deciso di costituirsi in una "Comitata" (volutamente declinata al femminile) per non farsi prendere dallo sconforto e ritrovare l'orgoglio di rispondere a questi attacchi d'odio con azioni e controinformazione. 

Ci battiamo per una società Laica, contro ogni fondamentalismo politico e religioso.

Abbiamo indetto la nostra prima Conferenza d'Informazione rivolta a tutta la popolazione ed in particolare ad insegnanti e genitori.

Chiediamo gentilmente la massima diffusione della notizia sui vostri siti, blog e social e ci farebbe piacere vedervi in molti.
-------------------------------------------

Comitata Giordana Bruna

VI INVITA ALLA CONFERENZA PUBBLICA DI INFORMAZIONE
giovedì 21 maggio 2015 / ore 20.30

Sala Elisabetta Lodi - San Giovanni in Valle - Verona

La scuola del rispetto e della diversità: chi ha paura del gender?
Una società democratica fondata sull’uguaglianza, sulle pari opportunità e sull’inviolabilità dei diritti fondamentali non può limitarsi all’enunciazione di principi astratti e generali. La maggior parte dei paesi dell’Unione Europea ha, da diversi anni, adottato delle misure concrete di riconoscimento dei diritti delle minoranze sessuali e promosso programmi ministeriali di lotta a tutte le forme di discriminazione sul lavoro, nella società e a scuola. 
In Italia, le resistenze che il legislatore ha opposto alle richieste dell’Unione Europea di mettere in atto una vera e propria politica di lotta alle discriminazioni e di educazione alla diversità hanno favorito l’emergenza di movimenti tradizionalisti, reazionari e conservatori appartenenti all’ala del cattolicesimo integralista, che denunciano la diffusione della cosiddetta “teoria o ideologia del gender”. Mobilitati su tutto il territorio nazionale con azioni che vanno dalle veglie delle Sentinelle in piedi alle conferenze pseudo-scientifiche di psicologi, medici e avvocati promotori delle teorie riparative per le persone omosessuali, difensori della “famiglia naturale”, antiabortisti e antifemministi, questi gruppi stanno infiltrandosi nelle scuole per contrastare gli interventi educativi che sono contro le violenze legate al genere e all’orientamento sessuale.

La Comitata Giordana Bruna, nata per attirare l’attenzione sulla nocività di questi movimenti e di questi individui per l’integrità della scuola laica e repubblicana, invita la cittadinanza a una Conferenza Pubblica di Informazione per meglio comprendere i temi attualmente al centro del conflitto sociale e politico, e per dibattere del modello di democrazia che questi duri attacchi di stampo ultra-reazionario stanno mettendo in serio pericolo. 

Intervengono

Dott. Lorenzo Bernini, ricercatore in filosofia politica (Università degli Studi di Verona)
“Teoria del gender” e studi di genere: istruzioni per l’uso

Dott. Massimo Prearo, sociologo dei movimenti sociali (Università degli Studi di Verona)
Movimenti “no gender”: chi sono, cosa fanno, cosa vogliono?

Dott.ssa Annalisa Zabonati, psicologa e psicoterapeuta
Interventi educativi di contrasto alle discriminazioni di genere in ambito scolastico: alcuni esempi

segue dibattito

----------------------------------------


Pagina Facebook:




ComitatA GiordanA BrunA


Nessun commento: