Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

19 marzo 2012

Negli Usa la crisi economica investe la questione HIV -AIDS

Negli USA   "THE BODY" , sito interamente dedicato all'argomento, sta attivandosi, come si vede sotto.

E qui in Italia?
Non so come sia la situazione al riguardo, ma temo che sia simile...

Alba Montori
*****
Chiedi alla Gilead di ridurre il costo dei farmaci anti-HIV, ORA!

di Kevin Maloney

5 MARZO 2012

Secondo l'ultima comunicazione dell' Alleanza Nazionale di Stato e Amministrazione
territoriale AIDS (NASTAD), del 23 febbraio 2012, 4.251 persone in 11 stati sono in lista d'attesa  per la cura secondo il Programma  AIDS Drug Assistance  (ADAP) . Si tratta di individui che sono assicurati o sottoassicurati, che hanno ricevuto una diagnosi di HIV +, e non sono in grado di accedere correttamente ai farmaci di cui hanno bisogno per rimanere in vita, sani e produttivi.

 
L'Unione dei prezzi al consumo ( Fair Pricing Coalition) ha inviato alla Gilead la seguente lettera firmata dai singoli membri in cui la FPC delinea le sue preoccupazioni, e le richieste  di specifiche azioni che devono essere adottate dalla Gilead. Qualsiasi persona o organizzazione interessata è ben accetto, e incoraggiata a sottoscriverla. Si prega di condividere ampiamente attraverso le reti:

E 'essenziale che la Gilead comprenda l'impatto negativo della sua azione sulle persone che vivono con l'HIV / AIDS (PLWHAs). Dal 2009, la Gilead ha aumentato i prezzi
del Viread e  del Truvada per tre volte ciascuno, per un totale del 22,1% e 24,5% rispettivamente; due volte per l' Emtriva per un totale del 15,3%, e ha deciso quattro aumenti dei prezzi per Atripla, per un totale del 21%, concordando un aumento dei prezzi del 7,3% per i Complera. Questi aumenti sono notevolmente superiori al tasso di inflazione. Ciò accade inoltre in un momento in cui molte persone con HIV hanno perso il lavoro, assieme con la loro copertura assicurativa di base da lavoro e, in molti casi, la loro copertura ADAP, il tutto con la conseguenza di diventare pazienti disperati che tentano di accedere ai farmaci anti-HIV sul mercato aperto, un mercato afflitto da prezzi dei farmaci in costante aumento.

Pubblicità
Poiché la stagnazione economica degli Stati Uniti persiste, i PLWHAs ( sieropositivi) continuano a perdere posti di lavoro, reddito, prestazioni di assistenza sanitaria e la copertura ADAP. Allo stesso tempo, i contribuenti di terze parti impongono premi più elevati come conseguenza diretta dei
crescenti prezzi dei farmaci. Alcuni pazienti hanno bruscamente interrotto la terapia perché non possono più permettersi i loro farmaci. Anche se i PAP esistono per aiutare le persone che non possono permettersi i farmaci, le barriere all'accesso sono pesanti. Molte persone non sono a conoscenza dell'esistenza dei PAT. Altri non possono far fronte al labirinto burocratico delle molteplici forme ed esigenze. Anche con i PAP accedere al Gilead per il 500% delle persone a livello di povertà federale, o per un PLWHA che guadagni $ 56,000.00 all'anno,  non c'è possibilità di accesso al PAP e dovrà pagare $ 20.000,00 o più per l'acquisto di Atripla a prezzi al dettaglio. Questa cifra rappresenta almeno due terzi del loro reddito netto.

Prezzo stravagante L'aumento dei prezzi dell'industria farmaceutica si riverbera in tutto il settore sanitario. Arrivano in un momento in ADAPs molti per coprire i pagamenti di assicurazioni private per i loro clienti e  in ADAPs
si traducono nel pagamento di premi significativamente aumentati a causa degli aumenti esorbitanti dei prezzi . Questa politica si traduce in un innalzamento dei premi di assicurazione per le persone con HIV , in un momento in cui sempre più persone hanno meno reddito a causa di disoccupazione, sottoccupazione, salari ridotti e orario ridotto. Inoltre, i costi sanitari più elevati significano maggiori co-pagamenti deducibili sulle franchigie delle farmacie per le persone con assicurazione privata, e ad alta condivisione dei costi perché comporta un aumento dei costi anche per i pazienti mentre i benefici sono diminuiti. Un accesso più restrittivo ai piani  assicurativi incide sul costo dei farmaci, ma anche sui servizi accessori, quali la salute mentale, l'assistenza sanitaria di prevenzione, riabilitazione e servizi per abuso di sostanze.

L'aumento dei costi per la sanità privata e per i piani sanitari dei dipendenti causato dai continui aumenti prezzi dei farmaci ha senza dubbio un effetto deleterio sugli Stati nel riuscire a progettare i loro scambi di assistenza sanitaria per prepararsi all'attuazione dell'
Affordable Care Act (ACA) nel 2014 . Molti stati stanno cercando di definire uno standard minimo per la copertura dei farmaci per la loro "essenziale necessità per la salute", pacchetto che richiede solo una copertura limitata di farmaci antiretrovirali e superiori di costo ad altre classi di farmaci. Inoltre, se entrano nel mercato di preferenza antiretrovirali generici temiamo che saranno sempre i prezzi più elevati dei farmaci a portare a decisioni importanti sulla copertura, azionate dal costo piuttosto che dallo standard di cura per il trattamento dell'HIV.

Gran parte di questa crisi è causata dal comportamento irresponsabile dell'industria farmaceutica. Crediamo fermamente che gli
aumenti di prezzo della Gilead  siano particolarmente clamorosi perché la Gilead fa attualmente la parte del leone del mercato antiretrovirale.

Noi crediamo che il miglior modo
per l'industria per iniziare ad affrontare questi problemi è  di cambiare le proprie pratiche di aumento dei prezzi e accordare quanto segue:

    
Gilead deve accettare di non stabilire più di un aumento dei prezzi consistente CPI
per ogni anno.
    Gilead deve usare le sue vendite come promozione per diffondere le informazioni circa la sua PAP e programmi di  co-pagamento.
    
Gilead deve contribuire a fondazioni
per l'accesso a Medicare Part D che forniscono ai clienti programmi co-pagati.
    
Gilead deve cooperare con le parti interessate del FPC e gli altri nel progettare e attuare un sistema unico di settore a livello PAP con criteri standardizzati e procedimento di iscrizione.

Ora è il momento per la Gilead di riconsiderare la sua politica di incremento dei prezzi e considerare come
irragionevoli i suoi più recenti aumenti.
La FPC, i suoi membri e il sottoscritto sinceramente speriamo che la Gilead sarà d'accordo con quanto sopra e ci aspettiamo una risposta immediata.

Nessun commento: