Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

21 novembre 2011

A Strasburgo dal 18 al 20 novembre conferenza internazionale sul mancato riconsocimento unioni civili e matrimonio gay all'interno dei paesi europei

SI E' SVOLTA A STRASBURGO LA CONFERENZA INTERNAZIONALE SUL MANCATO RISCONOSCIMENTO TRA GLI STATI DELL'UNIONE EUROPEA E DEL CONSIGLIO D'EUROPA DELLE UNIONI CIVILI E DEL MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO CONTRATTI IN UNO DEI PAESI MEMBRI.

Dal 18 novembre 2011 si sono svolti a Strasburgo i lavori della Conferenza internazionale intitolata "La mancanza del riconoscimento reciproco di unioni civili e matrimonio omosessuale tra gli stati membri dell'Unione Europea e del Consiglio d'Europa: un ostacolo alla libertà di movimento delle persone?".

La Conferenza, durata due giorni, è stata organizzata dalla Fèdération Nationale de l'Autre Circle con il Patrocinio del Segretario Generale del Consiglio d'Europa. Vi hanno partecipato relatori provenienti da molti paesi europei, tra gli altri, erano presenti il Direttore per i diritti fondamentali e le politiche anti-discriminazione al Consiglio d'Europa, Ralf René Weingartner, il rappresentante dell'unità sulle tematiche LGBT del Consiglio d'Europa,  Dag Robin Simonsen, il co-presidente dell'intergruppo LGBT del Parlamento europeo Michael Cashman, il program manager dell'Agenzia Europea per i diritti fondamentali, Matteo Bonini Baraldi.

Tra i temi trattati: il riconoscimento delle unioni omosessuali in Europa, il ruolo della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, nonchè focus su alcune situazioni nazionali sull'Italia, la Spagna, l'Ungheria, l'Irlanda, l'Olanda, la Finlandia, la Francia e la Polonia.

L'Associazione Radicale Certi Diritti ha partecipato alla Conferenza internazionale con una sua delegazione. Al termine, domenica 20 novembre, si è svolto a Strasburgo un seminario dell'ILGA sulle cause pilota per combattere le discriminazioni contro le famiglie omosessuali in Europa, nel cui contesto Certi Diritti ha illustrato la campagna  "Affermazione Civile 2.0" concentrandosi su uno dei casi che si stanno seguendo concernente le pensioni di reversibilità.

Nessun commento: