Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

15 settembre 2011

PRIVILEGI VATICANI? Diamoci un taglio! Manifestazioni 17 e 20 settembre


Radicali Italiani

 

nell'ultimo mese, in occasione del dibattito sulla manovra finanziaria, come Radicali siamo riusciti a creare un varco – on line, sui media, in Parlamento - per imporre all'attenzione del Paese un tema che da sempre fa paura a molti: la scandalosa insostenibilità dei privilegi fiscali degli enti ecclesiastici e del finanziamento diretto della CEI (attraverso la truffa dell'8 per mille). Un fiume di denaro che aumenta il potere del Vaticano di interferire sulla politica italiana, corrompendola al pari della Chiesa stessa.

Questa volta li abbiamo colti di sorpresa, una buona parte dell'opinione pubblica ha saputo e se ne è discusso anche nei bar, tanto che persino il Sole 24 ore, il Corriere della sera, Libero e il Giornale hanno riconosciuto con editoriali in prima pagina le ragioni della nostra battaglia. In questa manovra il nostro emendamento è stato bocciato ma è evidente come il "tabù Vaticano" inizi a vacillare: è impensabile che si chiedano sacrifici a tutti e i privilegi vaticani rimangano intoccabili.

Per questo, le iniziative che abbiamo organizzato in occasione del 141° anniversario della Breccia di Porta Pia assumono un significato particolare.

- Sabato 17 settembre, ore 15,30 a Roma , da piazzale Porta Pia, Marcia per una nuova Breccia fiscale" .  Per dire basta ai Patti Lateranensi, al nuovo Concordato, ed ai privilegi economici vaticani. Sarà una manifestazione colorata e festosa, da non perdere :)

Nello stesso giorno si terrà a Londra la marcia internazionale di Londra "FOR A SECULAR EUROPE – no vatican interference", a cui parteciperanno Maurizio Turco, Michele De Lucia, Maria Antonietta Farina Coscioni, Carlo Pontesilli.

- Martedì 20 settembre, ore 16,30 a Roma – "Maratona oratoria per la commemorazione della Breccia di Porta Pia" nei pressi della stele che ricorda i soldati caduti nella presa di Roma

Prendi nota: che ci incontreremo sabato 17 settembre e poi martedi 20.

Mario Staderini

Per ulteriori informazioni, www.radicali.it
0668979357

PS: Se hai avuto dubbi che fossimo noi a mentire sulle attività commerciali degli enti religiosi, guarda questi video…

Prima video prova 

http://www.youtube.com/watch?v=-BLdH4mUsXA

 

Seconda video prova

http://www.youtube.com/watch?v=vowNZyCYS0U

Seguici su:
FacebookTwitter Youtube

ISCRIVITI e SOSTIENICI »
Per non ricevere altre email inviare un messaggio a cancellami@radicali.it ,
inserendo nel testo del messaggio l'indirizzo email del quale si vuole richiedere la cancellazione.
 
Radicali Italiani
Movimento liberale, liberista, libertario costituente del Partito Radicale
via di Torre Argentina 76, 00186 Roma (RM)
tel. 06689791, fax 0668805396

Voglio estendere questo caldo e affettuoso invito  a tutta la gente di buona volontà, laica e non solo, perchè aderisca e convintamente partecipi, il 17 e il 20 settembre prossimi 2011, alle iniziative in ricordo del 20 settembre 1870.
 
Sarà particolarmente importante esserci, in un Paese che continua ancora a dover subire, a 150 anni dalla nascita dello Stato Italia e 65 anni dalla proclamazione della Repubblica Italiana, la vergogna di vedere le istituzioni laiche ancora succubi del potere vaticano.
 Al punto di ritrovarci, in questa difficilissima  congiuntura economica
persino a vessare soprattutto le classi meno abbienti e più deboli, piuttosto che smettere una buona volta di dover finanziare la Chiesa cattolica apostolica romana e il suo clero, le sue banche le sue multinazionali, addirittura le loro attività palesemente commerciali, attraverso privilegi ed esenzioni che aumentano a dismisura il carico fiscale dei cittadini italiani, neonati compresi.

 Chi è contro l'aberrante (in)cultura del privilegio legalizzato, che la chiesa cattolica continua imperterrita a mantenere e a diffondere nel nostro Paese e dovunque nel mondo, non può e non deve mancare di far sentire chiaro, forte e deciso il proprio dissenso e la propria opposizione democratica e libertaria, a partire dall'aderire a queste iniziative, con il  proprio contributo e la propria partecipazione.
 Un primo, concreto passo, per riprendersi la libertà di coscienza, di pensiero e anche di religiosità, da parte dei cittadini dello Stato Italiano, un modo semplice e diretto per ricordarci e  ricordare a chi si ritiene al di sopra della democrazia e della volontà popolare, che così non è.

Vi ringrazio e pregandovi di estendere l'invito !

Alba Montori




Nessun commento: