Le donne cambiano la storia, cambiamo i libri di storia

14 giugno 2008

a proposito di MONNEZZA

Le nuove, innovative e geniali idee radicali
il post si riferisce a una trasmissione su RadioRadicale, ma i commenti sono veramente indicativi del livello intellettuale degli interlocutori..
Insomma una nuova forma di "RadioSpazzatura".....ecco il mio commento ai commenti:

Beh,i commenti, sono indicativi del livello "ecologico" dei commentatori, che pure appartengono ad una eletta schiera di intellettuali, visto che capitano qui...

Figuriamoci il livello di ignoranza (nel senso di ignorare) della stragrande maggioranza dei cosiddetti "ambientalisti" nostrani!
Già è tanto se sono in grado di riconoscere la carta dal vetro e l'alluminio dalla latta dei piselli...

Imballaggio è anche il cartone del latte e del vino e della salsa di pomodoro (PVC+alluminio+ cartone), o la vaschetta per le ciliege (PVC) e la vaschetta per la ciccia (PVC+PE) tutte robe che se bruciate in inceneritore producono DIOSSINA e se invece trattate opportunamente ri/producono la materia di partenza, ovvero petrolio.
Solo per fare un piccolissimo esempio.

Lo dico da almeno venticinque anni che sarebbe necessario istituire corsi di istruzione (scientifica) obbligatori per tutti per imparare a distinguere ( e quindi differenziare correttamente) i vari materiali di "imballaggio" di ciò che usiamo comperare ...

Ma anche un bollino (colorato diverso per ogni tipo, corrispondente al colore del cassonetto) già aiuterebbe un po'...

Cito uno a caso degli intellettuali di cui sopra:
" E se i negozianti si devono sbarazzare degli involucri prima di consegnare la merce al cliente,dove li gettano? nel cassonetto davanti al negozio ?"

I negozianti dovrebbero ( è previsto dalle norme comunitarie al riguardo) consegnare la merce al cliente trattenendo l'imballaggio che va ri-consegnato al fabbricante. Invece generalmente li buttano nel cassonetto o meglio se ingombrano, accanto.

"O li restituiscono al fabbricante che poi li manda nella stessa discarica dove sarebbero stati mandati dal cliente? E con spese di trasporto addizionali. Che poi vengono ribaltate sul prezzo di vendita."
Le spese di imballaggio/trasporto e relativa restituzione SONO GIA' comprese nel prezzo di vendita.
Infatti la cosa più divertente è che gli imballaggi, compresi quelli del prosciutto, dal cliente sono pagati:
1 nel prezzo di acquisto
2 nel prezzo di smaltimento
3 nella produzione complessiva di materie inquinanti.

comprese, tutte, dei prezzi di trasporto tra un luogo e l'altro.... e forse ne ho pure saltata qualcuna.

E' proprio un bel businness. Meditate, gente


http://www.fainotizia.it/2008/06/09/le-nuove-innovative-e-geniali-idee-radicali

Nessun commento: